Porridge all’avena, cioccolato e frutti di bosco

Il Porridge è stato una scoperta, qui nella mia cucina pasticciona.
Amo i libri, amo circondarmene, alcuni li leggo e rileggo più e più volte; ne ho tantissimi e mi spiace un sacco disfarmene, lo faccio solo se è strettamente necessario, o se sono davvero libri che non mi interessano più.
Nonostante l’avessi visto su varie pubblicazioni in mio possesso, non mi aveva mai colpito particolarmente da avere voglia di provare a farlo…c’è ovviamente voluta mia figlia, che un giorno si è presentata dicendomi: “domattina a colazione voglio provare a farmi un porridge”.
Uhm, ecco, bene…a sapere come si fa!
…non volevo proprio fare la figura di quella che non ci capiva granchè, quindi son corsa a documentarmi, iniziando a guardare fra tutti i miei tomi a tema, ed alla fine prendendo spunto da un bellissimo libro che vi consiglio assolutamente: Energy Snack, di E.Museles edito da Red, il quale mi ha aperto un mondo, e mi ha fatto venir voglia di lanciarmi in sperimentazioni di ogni tipo e genere inerenti la colazione o la merenda.
Non sapevo ad esempio che il porridge è una preparazione altamente salutare, che sazia senza appesantire, regolarizza le funzioni intestinali e, guarnito con frutta fresca e/o secca, semi, e con l’aggiunta di un dolcificante naturale, è la perfetta soluzione per la colazione o la merenda di uno studente, avendo in sè tutte le proprietà nutrizionali adatte al caso, ed è anche detox se vogliamo…insomma, in una parola: perfetto!
La mia versione era con avena in fiocchi, cioccolato a scaglie, sciroppo d’acero e frutti di bosco…una delizia.

(altro…)

image_pdfimage_print

Quadrotti integrali ai datteri, mandorle e cannella

Buongiorno e buon lunedì amici miei…come va tutto ok?!
Spero di sì…io ultimamente nei weekend sono presa da mille cose e non riesco proprio a riposarmi come vorrei; qua a casa c’è sempre da fare, ora anche in giardino ce n’è sempre una, la casa è grande e a volte approfitto della presenza del marito per mettermi a fare cose che da sola non riuscirei.
Insomma è sempre un gran correre e girare come una trottola, ecco!
Comunque sia trovo sempre un pochino di tempo per preparare qualche cosina buona da mangiare, in particolare qualche dolcetto per la mia famiglia, anche per le merende settimanali di mia figlia a scuola.
Questi quadrotti sono stati un esperimento…i datteri in casa mia non sono apprezzatissimi, piacciono solo a mia figlia, ma ne avevo un pacchetto in dispensa che continuavo a spostare di qua e di là…un pacchetto trovato in un cesto natalizio, che era comunque rimasto lì così e che alla fine mi son detta: come lo impiego?!
Pensa un po, guarda un po’ di qua e là…insomma con datteri, mandorle e cannella ho provato ed ho realizzato questi quadrotti; è stato un esperimento riuscito, anzi riuscitissimo; la prossima volta l’unica cosa che cambierò è la dimensione della teglia che forse, per ottenerli un po’ più alti, andrebbe rimpicciolita rispetto a quella che ho usato io..nonostante tutto però, anche così sottili, erano fantastici, golosi, insomma uno tira l’altro: pensate che li ha assaggiati anche mio marito e quando gli ho confidato che erano a base di datteri…beh, non ci voleva assolutamente credere..
Ci tengo a precisare che è anche una ricetta senza lattosio, perfetta per intolleranti, oltre che golosa e leggera.
Ho utilizzato una farina ottima, la Farina Petra bio di Molino Quaglia integrale, che ha reso i miei dolcetti rustici al punto giusto…e niente, non è il caso che continui a parlarne…dovete provarli anche voi per capire e poi mi direte!

(altro…)

image_pdfimage_print

La mia vacanza in Portogallo – parte 2

Ed eccomi arrivata alla seconda parte del racconto in merito alla mia vacanzina in Portogallo, effettuata nella settimana di Pasqua insieme alla mia famiglia.
L’altro giorno, nella prima parte del mio piccolo report fotografico e del mio mini-racconto, vi ho parlato principalmente di Lisbona, capitale e città meravigliosa, un po’ retrò e decadente, dall’atmosfera magica e romantica.
Come dicevo, purtroppo in due soli giorni abbiamo visto lo stretto necessario, sarebbe stato bello averne avuto almeno uno in più per approfondire  e visitare alcune zone, ma non posso assolutamente lamentarmi, in quanto quello che ho visto mi ha riempito gli occhi e il cuore.
Questa vacanza, come già accennato, nasceva per rilassarci al mare e la nostra meta iniziale doveva essere solamente la costa dell’Algarve, a sud del Portogallo, dove ci siamo successivamente recati dopo aver visitato Lisbona.
Tre quarti d’ora d’aereo ed eccoci arrivati a Faro, dove dopo aver preso un pulmino ci siamo recati nella località dove era sito il nostro Hotel, la cittadina di Lagos.
A dire il vero noi eravamo leggermente fuori Lagos, per raggiungerla dovevamo fare una piacevole passeggiata di qualche chilometro, ma anche tramite la spiaggia ci si poteva arrivare, sempre scarpinando un po’.
Durante questa permanenza abbiamo preso poi la macchina un paio di giorni per fare qualche giretto, e ne abbiamo approfittato per vedere alcune incantevoli spiagge situate nei dintorni di dove risiedevamo; con molta calma ci muovevamo al mattino, per rimanere poi in hotel nel pomeriggio, godendo di sole, piscina e Spa 😉
Questo post quindi, un po’ come quell’altro, sarà principalmente dedicato alle immagini…credo che queste parlino abbondantemente da sole, in merito a quanto di bello abbiamo visto; spesso mi son soffermata a ringraziare il Signore per averci dato delle meraviglie così grandi e soprattutto per quanto mi riguarda, per avermi in particolar modo dato la possibilità di poterle vedere e di goderne appieno, che non è poco direi!

(altro…)

image_pdfimage_print

Pesto cremoso ai piselli e menta, per #Seguilestagioni maggio

Buongiorno amici ed amiche…dopo la pausa relativa alla mia piccola vacanza portoghese, oggi ritorno con una ricetta…non posso stare molto lontano dal mio grande amore che è quello per il pasticciamento in cucina, e questa volta è per onorare il bellissimo appuntamento al quale partecipo con immenso entusiasmo ogni mese, insieme ad altre amiche blogger, l’appuntamento con la rubrica #seguilestagioni.
Come sempre questo piccolo appuntamento è volto a ribadire e a sostenere la stagionalità degli alimenti e alla valorizzazione dei prodotti della terra del periodo, siano essi fiori, piante, erbe, frutti o ortaggi…cercando di esaltarli e valorizzarli sempre al massimo proprio nel loro maggior momento di splendore, fioritura e maturazione.
Amando i mercati alla follia, e girandone parecchi, non posso che sposare al massimo la filosofia della stagionalità; ammetto che questo fa bene alla salute (cibarsi di prodotti coltivati e maturati in serra innaturalmente o provenienti da chissà dove non è mai il massimo…) ed anche al portafogli: non sono quella che compra primizie, ma anzi, son proprio quella che fa incetta di frutta e verdura nel giusto periodo di maturazione (pagando delle cifre assolutamente irrisorie per portarmi a casa cassette intere piene di buone cose, che poi pulisco, congelo e conservo per i tempi a venire!).
Questo mese di maggio, sui banchi del mercato abbiamo un trionfo di meraviglie di colore verde…insalate fresche e novelle, piselli, fave, agretti, erbe fresche e profumate; ho voluto prendere proprio due di questi prodotti freschissimi e verdissimi per realizzare una bontà che vi consiglio assolutamente di provare quanto prima: un meraviglioso pesto cremoso ai piselli e menta, che io ho utilizzato per condire una pasta, ma che è anche delizioso spalmato su fette di pane abbrustolito, con qualche scaglia di fresco formaggio stagionato.

(altro…)

image_pdfimage_print

La mia vacanza in Portogallo, parte 1

E come promesso ecco qui una carrellata di immagini che riassumono la nostra vacanza in Portogallo…si, qua infatti siamo stati per una settimana, due giorni nella bellissima Lisbona, e poi altri 5 giorni sulla costa, precisamente in Algarve, a qualche km dalla cittadina di Lagos.
Una vacanza che inizialmente era nata con l’intenzione di trascorrere delle belle giornate di relax sulla costa (infatti la meta inizialmente dei nostri desideri era solo l’Algarve), poi dovendo comunque fare scalo aereo a Lisbona, abbiamo deciso di accorciare i giorni dedicati al relax per approfittarne e vedere qualcosina di questa bellissima città, della quale io, lo ammetto, mi sono innamorata.
Lisbona ha un’atmosfera particolare, forse un po’ d’altri tempi, anche se molto viva, frizzante e piena di gente…questi viali la cui pavimentazione è tutta fatta di tessere a mosaico bianche e nere, le case dalle facciate ricoperte di maioliche dai vivaci toni azzurri (i famosi azulejos), le piazze ariose e ricche di monumenti, i balconi dalle ringhiere in ferro battuto, i tram dall’atmosfera vintage che percorrono e attraversano la città in un saliscendi continuo (Lisbona infatti, come Roma, è costruita su sette colli che guardano l’Oceano Atlantico).
Purtroppo in soli due giorni abbiamo visto gran parte di tutto quello che c’era da vedere, camminando alla grande, anche se ovviamente avremmo voluto soffermarci maggiormente in alcuni quartieri che ci hanno colpito, ma che purtroppo abbiamo solo visitato di sfuggita (come il Barrio alto che è molto elegante e particolare, da visitare di giorno e il Chiado, dove avremmo voluto passeggiarci la sera con calma, visto che è in questo momento della giornata dove si anima di più)…
Non mi lamento però, ho goduto appieno di tutto quello che potevo in questi due giorni, cercando di non farmi mancare nulla ed immergendomi totalmente nella sua atmosfera un po’ decadente e magica.
E poi…l’Algarve…paesaggi mozzafiato, scogliere a picco e rocce incastonate nell’oceano impetuoso ed immenso, spiagge bianche a perdita d’occhio: da rimanere incantati ad ammirare queste meraviglie del creato.
Lo ammetto: una delle mete che mi hanno maggiormente colpito al cuore, dove, son certa, sicuramente ritornerò, prima o poi.

(altro…)

image_pdfimage_print