image_pdfimage_print

La mia vacanza in Portogallo – parte 2

Ed eccomi arrivata alla seconda parte del racconto in merito alla mia vacanzina in Portogallo, effettuata nella settimana di Pasqua insieme alla mia famiglia.
L’altro giorno, nella prima parte del mio piccolo report fotografico e del mio mini-racconto, vi ho parlato principalmente di Lisbona, capitale e città meravigliosa, un po’ retrò e decadente, dall’atmosfera magica e romantica.
Come dicevo, purtroppo in due soli giorni abbiamo visto lo stretto necessario, sarebbe stato bello averne avuto almeno uno in più per approfondire  e visitare alcune zone, ma non posso assolutamente lamentarmi, in quanto quello che ho visto mi ha riempito gli occhi e il cuore.
Questa vacanza, come già accennato, nasceva per rilassarci al mare e la nostra meta iniziale doveva essere solamente la costa dell’Algarve, a sud del Portogallo, dove ci siamo successivamente recati dopo aver visitato Lisbona.
Tre quarti d’ora d’aereo ed eccoci arrivati a Faro, dove dopo aver preso un pulmino ci siamo recati nella località dove era sito il nostro Hotel, la cittadina di Lagos.
A dire il vero noi eravamo leggermente fuori Lagos, per raggiungerla dovevamo fare una piacevole passeggiata di qualche chilometro, ma anche tramite la spiaggia ci si poteva arrivare, sempre scarpinando un po’.
Durante questa permanenza abbiamo preso poi la macchina un paio di giorni per fare qualche giretto, e ne abbiamo approfittato per vedere alcune incantevoli spiagge situate nei dintorni di dove risiedevamo; con molta calma ci muovevamo al mattino, per rimanere poi in hotel nel pomeriggio, godendo di sole, piscina e Spa 😉
Questo post quindi, un po’ come quell’altro, sarà principalmente dedicato alle immagini…credo che queste parlino abbondantemente da sole, in merito a quanto di bello abbiamo visto; spesso mi son soffermata a ringraziare il Signore per averci dato delle meraviglie così grandi e soprattutto per quanto mi riguarda, per avermi in particolar modo dato la possibilità di poterle vedere e di goderne appieno, che non è poco direi!

(altro…)

La mia vacanza in Portogallo, parte 1

E come promesso ecco qui una carrellata di immagini che riassumono la nostra vacanza in Portogallo…si, qua infatti siamo stati per una settimana, due giorni nella bellissima Lisbona, e poi altri 5 giorni sulla costa, precisamente in Algarve, a qualche km dalla cittadina di Lagos.
Una vacanza che inizialmente era nata con l’intenzione di trascorrere delle belle giornate di relax sulla costa (infatti la meta inizialmente dei nostri desideri era solo l’Algarve), poi dovendo comunque fare scalo aereo a Lisbona, abbiamo deciso di accorciare i giorni dedicati al relax per approfittarne e vedere qualcosina di questa bellissima città, della quale io, lo ammetto, mi sono innamorata.
Lisbona ha un’atmosfera particolare, forse un po’ d’altri tempi, anche se molto viva, frizzante e piena di gente…questi viali la cui pavimentazione è tutta fatta di tessere a mosaico bianche e nere, le case dalle facciate ricoperte di maioliche dai vivaci toni azzurri (i famosi azulejos), le piazze ariose e ricche di monumenti, i balconi dalle ringhiere in ferro battuto, i tram dall’atmosfera vintage che percorrono e attraversano la città in un saliscendi continuo (Lisbona infatti, come Roma, è costruita su sette colli che guardano l’Oceano Atlantico).
Purtroppo in soli due giorni abbiamo visto gran parte di tutto quello che c’era da vedere, camminando alla grande, anche se ovviamente avremmo voluto soffermarci maggiormente in alcuni quartieri che ci hanno colpito, ma che purtroppo abbiamo solo visitato di sfuggita (come il Barrio alto che è molto elegante e particolare, da visitare di giorno e il Chiado, dove avremmo voluto passeggiarci la sera con calma, visto che è in questo momento della giornata dove si anima di più)…
Non mi lamento però, ho goduto appieno di tutto quello che potevo in questi due giorni, cercando di non farmi mancare nulla ed immergendomi totalmente nella sua atmosfera un po’ decadente e magica.
E poi…l’Algarve…paesaggi mozzafiato, scogliere a picco e rocce incastonate nell’oceano impetuoso ed immenso, spiagge bianche a perdita d’occhio: da rimanere incantati ad ammirare queste meraviglie del creato.
Lo ammetto: una delle mete che mi hanno maggiormente colpito al cuore, dove, son certa, sicuramente ritornerò, prima o poi.

(altro…)

“Adotta una Guglia”, con G.Cova & C. e la Veneranda Fabbrica del Duomo

Il Natale si avvicina…qualcuno mi dirà, ma Simo daiiii…siamo ancora in Novembre,non mettertici anche tu a far volare il tempo, eh!!
Si lo so, avete ragione, ma quello che vi devo dire oggi è davvero molto importante, e, visto che presto sarà ora di pensare ai regali, non potete non fare un piccolo pensierino su quello che vi racconterò.
Come sapete bene la Simo è Lombarda doc, molto attaccata alle tradizioni della propria regione, prima fra tutte quella di gustare a Natale l’immancabile dolce della tradizione, ovvero il signor Panettone, diffidando da tutte le varianti possibili ed immaginabili (pur buonissime, eh?! Intendiamoci bene….) che ultimamente sono uscite sul mercato…il Panetun l’è il Panetun, così come Milan l’è un gran Milan!
Qualche tempo fa sono stata invitata ad uno splendido evento, in una luminosa mattinata di sole, nella mitica e famosissima pasticceria G.Cova & C di via Cusani in centro a Milano, per scoprire qualcosa di più in merito alla bella iniziativa che da qualche anno questo Brand sostiene, insieme alla Veneranda Fabbrica del Duomo, ovvero: “Adotta una Guglia”.
Cosa significa?
Significa che in pratica, uniti, vogliono sostenere la raccolta fondi nata per la salvaguardia e la tutela del Monumento simbolo della città nel mondo, a noi milanesi tanto caro: il nostro Duomo, “el Domm de Milan”.

(altro…)

Scoprendo Cogne e le sue meraviglie, seconda parte

Rieccomi amici ed amiche per la seconda parte del racconto sul bellissimo Blog Tour di Cogne, realizzato grazie a Cogne Vacanze la scorsa settimana.
Qui potete vedere la prima parte del post…
…oggi invece vi voglio raccontare delle nostre piccole escursioni e di tutte le belle cose che abbiamo visto, anche se in poco tempo; vi parlerò di Lillaz e delle sue bellissime cascate, di Valnontey e del nostro pic nic, poi della visita a Gimillan all’azienda agricola Garin…ma andiamo per ordine! 😉
La nostra camminata per Lillaz è iniziata in una bella ma freschetta mattina di sole, entrando nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, che davvero un piccolo paradiso in terrà è…boschi di larici ed abeti, prati immensi, rocce e ghiacciai, un paesaggio davvero incantevole, da scoprire assolutamente in tutta la sua appagante bellezza.
Subito fuori da Cogne, è possibile trovare indicazioni per vari percorsi e camminate, che possono durare un’ora ma anche un’intera giornata; noi a Lillaz abbiamo effettuato un percorso molto breve, forse di mezz’oretta circa per andare a visitare le famose cascate, percorso facile e fattibile anche da una camminatrice negata come la sottoscritta!
Tanto per darvi qualche altra nozione, in merito a questo parco, voglio dirvi che è il più antico d’Italia; fin dal 1856 il re Vittorio Emanuele II lo aveva dichiarato riserva reale di caccia, formando un corpo di guardie per proteggere gli stambecchi dall’estinzione, facendo costruire delle mulattiere e dei sentieri in modo da poter controllare tutto il territorio. Successivamente, l’erede al trono incoronato nel 1920 Vittorio Emanuele III, regalò questa riserva allo stato, e quindi diventò un Parco Nazionale.

(altro…)

Scoprendo Cogne e le sue meraviglie, prima parte

Chi mi ha seguito sui social in questi giorni, i miei cari e gli amici e amiche più intimi, sanno bene che la scorsa settimana ho salutato la mia casina per partire alla volta della stupenda Valle D’Aosta e in particolare verso Cogne, per partecipare ad un Blog Tour organizzato da Cogne Vacanze nella persona di Filippo Gerard (fra l’altro presidente dell’Associazione Albergatori Valle D’Aosta), che ringrazio di vero cuore per l’opportunità!
Un tour alla scoperta di questa deliziosa e incantata cittadina, incastonata in un angolo di paradiso; io non ci ero mai stata e ne sono rimasta davvero colpita positivamente, tanto che ho assolutamente deciso di ritornarci in primavera con la mia famiglia.
Situata a 1544 metri di altezza, Cogne e la sua valle, è meta di villeggiatura fra le più apprezzate delle Alpi, poichè ha sviluppato un turismo di qualità, nel pieno rispetto della salvaguardia dell’ambiente naturale in cui è incastonata.
I paesaggi sono incantevoli, mutano di colore a seconda delle stagioni: pensavo di trovare un paesaggio ormai completamente autunnale, invece il verde squillante dei prati e degli alberi la faceva ancora da padrone alla grande, in tutte le sue sfumature.
Cogne, è un’ affermata meta turistica adatta a persone di tutte le età….famiglie con bambini, adulti, coppie, persone dinamiche e sportive, per chiunque voglia scoprire sentieri nella natura con passeggiate anche di facile portata (io che non sono una camminatrice lo posso confermare!), assaporare cibo delizioso, scoprire antiche tradizioni locali, riempirsi gli occhi di verde e di meraviglie, godere di strutture turistiche attrezzate e completamente a disposizione dell’ospite, per coccolarlo in mille modi (con noi è stato proprio così!).

(altro…)