image_pdfimage_print

Lollipops di cioccolato al latte, e i miei più sinceri Auguri di Buon Natale!

Eccoci giunti all’anti-vigilia di Natale…siete pronti?
Avete preparato tutti i regalini per amici e parenti? Avete pianificato i piatti da cucinare e preparare?
Qua nella mia cucina pasticciona tutto è ok, siamo agli sgoccioli ed anche i vari regalini sono pronti…
Quest’anno, per una serie di motivi, ho avuto davvero poco tempo per preparare cosine golose da regalare; ho fatto davvero poco, ma non di certo per cattiva volontà, piuttosto per una serie di impegni e problematiche dell’ultim’ora da risolvere e sbrigare.
Si l’avevo già detto in questo post qua che ero particolarmente indietro con tutto…ora però come sempre sto tirando i remi in barca e pian pianino i conti tornano.
Mancano solo alcuni regali da consegnare, e poi…via…immergiamoci totalmente nel mood Natalizio, entrando in cucina per mettere le mani in pasta.
Una cosina semplice e golosa però ve la voglio proprio regalare…diciamo che questa è una sorta di pensiero per tutti voi che mi seguite sempre con affetto e che non mancate mai di lasciarmi anche un graditissimo commento, che apprezzo sempre con tutto il cuore.
Di cosa sto parlando? Ma di semplici lollipops di cioccolato, decorati con frutti canditi, zuccherini e granella di nocciole…un pensiero da regalare e da regalarsi assolutamente goloso e che mette allegria!

(altro…)

Un sabato tutto per me…all’Accademia del Bell’Essere con Emozione3

 

Eh, si ogni tanto ci vuole…
…una giornata tutta per noi, speciale, magari in compagnia di simpatiche amiche per condividere un momento piacevole e di relax!
Questo è stato il mio scorso sabato…grazie ad Alessia e ad Emozione3 che mi hanno permesso di trascorrere questa giornata in occasione della festa della mamma…e grazie all’Accademia del Bell’Essere che ci ha accolte con piacere ed infinita cortesia, coccolandoci con tisane, biscottini, splendidi muffins golosissimi e piacevoli trattamenti rilassanti.
Emozione3, (brand leader nazionale nel mondo della regalistica per cofanetto) ha pensato per noi una proposta per emozionarci e stupirci…la festa della mamma è stata quindi un’occasione perfetta per ritagliarci un pò di tempo e prenderci cura di noi stesse!

Adesso vi racconto un pò come è andata…di buon mattino ecco che la Simo prende il pulmann alla volta di Milano…qui si incontrerà in centro con la Ely che sarà sua compagna in questa bella esperienza.
Dopo esserci incontrate e aver fatto come sempre una puntatina in libreria (!!!)…si parte alla volta di Via Mecenate per raggiungere l’Accademia e le altre blogger che insieme a noi sono state invitate a prendere parte a questa giornata.
…che bella l’Accademia….luci soffuse, profumi, musica rilassante, ambienti ariosi e piacevolissimi, davvero hanno contribuito a rendere questo evento davvero riuscito.

Una volta arrivate lì, la dolcissima Alessia ci accoglie e conosciamo le ragazze che ci faranno compagnia durante il pomeriggio, tutte molto simpatiche e cordiali.
Finiti i convenevoli e dopo un piccolo assaggio di tisana e biscottini, iniziamo subito col partecipare attivamente ad una seduta di Rebirthing, un’attività di gruppo che ci ha insegnato delle tecniche di respiro per gestire le nostre emozioni e ritrovare il benessere interiore.
E’ stata per me un’esperienza molto particolare..all’inizio mi sentivo quasi spossata, per poi ad un certo punto ritrovarmi piena di energia!
Successivamente siamo state coccolate singolarmente…prima una seduta di trucco personalizzato, dove ho imparato anche qualche tecnica semplice e veloce per vedermi più bella ed in ordine…poi un massaggio alle mani strepitoso che mi ha rilassata a tal punto che mi stavo quasi per appisolare, ehm…
…e successivamente un tocco di smalto alle unghie mi hanno fatto sentire bella e in pace con me stessa….una sensazione che nei miei confronti non vivevo da parecchio.
Un momento tutto per me, per sentirmi davvero bene nella mia solita pelle!

Grazie!

Ecco, volevo dirvi che dopo questa giornata mi sono fatta una promessa:  voglio  e devo imparare a volermi un pò più di bene.
Basta un piccolo gesto ogni tanto, una coccola da concederci non pensando ad altro che a noi stesse: credetemi, ne vale davvero la pena.

 

 
vassoio in legno Shab

 

Proprio per questo oggi, anzichè cucinare, voglio regalarvi una ricetta un pò speciale….una ricetta per il corpo, un piacevole scrub tutto naturale che renderà la vostra pelle morbidissime e setosa…
Un trattamento casalingo ma efficace per la vostra epidermide,  che vi potrete concedere nella doccia o nella vasca da bagno in tutto relax.

Gli ingredienti sono semplicissimi…
bastano due cucchiaini di miele, il millefiori va bene o quello d’acacia…
un cucchiaino colmo di zucchero di canna per me Bronsugar Brasil distribuito da D&C
un cucchiaino scarso di olio d’oliva
qualche goccia di limone

 

 

Miscelate bene tutti questi ingredienti in modo da ottenere un composto cremoso; con questo fatevi un delicato massaggio esfoliante sotto la doccia…attenzione a chi ha la pelle molto delicata di farlo in maniera molto dolce e non troppo aggressiva…lo zucchero gratta assai!
Io l’ho provato anche sul viso, ma direi che è meglio farlo solo sul corpo…lo scrub unito all’acqua calda della doccia mi hanno arrossato parecchio l’epidermide, quindi…evitare!
Risciacquate…beh, sentirete la pelle morbidissima, una sensazione di piacevole benessere vi pervaderà…e srete tutte da accarezzare, eheheheh!
Asciugatevi…un velo di crema idratante…magari ancora un lieve massaggio…e voilà..
Vi sentirete sicuramente molto meglio…in un attimo!
Su dai, ditemi…come vi sentite?

Se non vi siete rilassate abbastanza…beh, allora ho un’altra cosa per voi…

 

 

Una delle mie ultime letture…da leggere magari in compagnia di una buona tazza di the, che ne dite di un Earl grey ??! (questo che mi sono preparata io è Hampstead tea London distribuito da D&C)
…è la mia essenza preferita..

«In questa famiglia dello Sri Lanka sparsa per tutto il globo, parliamo solo di due tipi di matrimonio. Il primo è il matrimonio combinato. Il secondo è il matrimonio d’amore. In realtà c’è tutto un arcobaleno di sfumature intermedie tra l’uno e l’altro, ma la maggior parte di noi passa anni a scappare dal primo verso il secondo.» 

«Memorabile e commovente. Vi colpirà al cuore.»
«Kirkus Reviews»«Un debutto dotato di grande forza narrativa.»
«Publishers Weekly»

Nella regione di Jaffa, in Sri Lanka, dove la terra profuma di tè e di pioggia, la regola vuole che ogni famiglia cominci con un matrimonio combinato. Ma per Yalini, giovane srilankese nata negli Stati Uniti, quello che conta è il matrimonio d’amore. Come quello dei suoi genitori, che, dopo essere scappati dalla guerra, hanno infranto le tradizioni e si sono amati a New York. Non è così per Jenani, sua cugina, che crede fermamente nella tradizione. E’ figlia di Kumran, membro delle tigri per la liberazione del Tamil e, a differenza di Yalini, non ha conosciuto solo gli echi della guerra, ma l’ha vissuta direttamente.
Quando Yalini e Jenani si conoscono, il loro è l’incontro di due mondi lontani, divisi non solo dalla storia e dalla modernità, ma soprattutto dal segreto che, se svelato, potrà finalmente unire il passato delle loro famiglie. Famiglie spesso unite dall’amore, ma separate dai matrimoni. Matrimoni combinati, come quello tra Jegan e Tharshi, sposa per caso. 
Matrimoni sbagliati, come quello tra Harini e Rajan, sfociato nella violenza. E matrimoni mai avvenuti, come quello tra Kumran e Meenakshi, la sua giovane promessa sposa, morta in un attentato suicida.
Un debutto indimenticabile, che ha incoronato Vasugi Ganeshananthan come una delle migliori nuove promesse della letteratura contemporanea. 
Dotato di una forza narrativa senza pari e uno stile lirico e originale, Amore e foglie di tè racconta storie di amori contrastati e di ribellioni, di gioie e sofferenze, di bugie e tradimenti, di conflitti e misteri. 
La saga di una grande famiglia tratteggiata attraverso i matrimoni sullo sfondo delle tormentate vicende dello Sri Lanka, dall’indipendenza fino alla guerra civile tra la maggioranza singalese e la minoranza Tamil.

dal sito Garzanti libri

E adesso non avete più scusanti per trovare un momento per voi!!
…direi che di idee ve ne ho date abbastanza, no?!
Un caro saluto e buon fine settimana dalla vostra

 

Le mie prime barrette, buone buone…per merenda e colazione!

 
 
 
 
 

Ebbene si, ieri me la sono proprio presa comoda.
Figlia e marito erano al cinema…la figlia con un’amichetta e il marito le ha accompagnate.
Lui si è visto un film che da tempo voleva vedere (io mi rifiuto…i sui gusti e i miei non vanno assolutissimamente d’accordo!), le ragazze invece se ne sono godute un’altro…un pò demenziale, ma quando si è adolescenti piacciono tutte queste cose un pò così.

Allora…io a casa da sola…
Dunque, cosa faccio?!…sinceramente di cose da fare ne avrei tantissime, che quasi non so da dove iniziare.

Innanzitutto mi son messa a stirare una pila interminabile di roba….quella mi tocca, sempre e in qualsiasi caso.
Una volta finita (Waow!!!!) ho deciso di prepararmi una bella merenda.
Più che altro è stata una sperimentazione del mio nuovo attrezzo davvero super, la Energy bar maker, distribuita da Imaginarium.
Credetemi, fortissima!!!!
Semplicissima da usare e facile da pulire, permette in circa mezz’ora di sfornare delle barrette leggere e sane, adatte alla colazione, alla merenda, ad uno spuntino sano e sfizioso, insomma a quello che più vi pare!
Io devo ammettere che questo è stato il mio primo tentativo, andato comunque a buon fine…ho intenzione di mettermi di buzzo buono per provare nuovi e vari accostamenti fra cereali, frutta, semi e quant’altro. Voglio trovare tante buone e sane alternative per la merenda di mia figlia ( e perchè no…anche la mia!).
…questi ragazzi già fanno una vita piuttosto sedentaria, fra scuola e compiti…è importante non dare loro merende che li gonfiano, ricche di grassi e zuccheri.
Siete d’accordo con me, vero?!

 

 

Ma torniamo a noi…
…mi sono quindi fiondata in cucina e, grembiulone alla mano, ho iniziato a mescolare vari ingredienti.
Mi sentivo un pò un’alchimista pasticciona…quasi come quando da bambina preparavo intrugli per le bambole!
Adesso vi racconto come ho fatto.

Ingredienti:
100 gr fra fiocchi di avena, pezzettini di cioccolato fondente e riso soffiato al cioccolato (il mio è un preparato già pronto acquistato alla Lidl!)
30 gr corn flakes
20 gr zucchero di canna per me Bronsugar  Demerara distribuito da D&C
1 tuorlo di uovo bio
1 cucchiaio di miele per me di castagno Luna di Miele
3 cucchiai scarsi di yogurth intero
fragole secche spezzettate, circa 2 cucchiai…home made! ma di questo vi parlerò nel prossimo post… 😉

Ecco, allora passiamo alla preparazione, che è semplicissima:
basta prendere una terrina, metterci tutti gli ingredienti e con una spatola in silicone o un cucchiaio, mescolare ben bene fra loro, in modo da ottenere un composto granuloso e appiccicosetto.
A questo punto distribuire nelle cavità della piastra il preparato…a me sinceramente con queste dosi me ne sono venuti 12 pezzi, ed ho dovuto prepararle in due riprese.
Le prossime volte imparerò anche a tarare le dosi…
Ho livellato ben bene, messo il coperchio e acceso la macchinetta, regolando il timer sui 30 minuti.
Sono andata a fare qualcos’altro finchè un trillo mi ha riportato alla mente che erano cotte…..mi sono fiondata in cucina, e….meraviglia!
Eccole lì belle e pronte nel loro splendore!!!!
Per evitare pasticci ho preferito farle raffreddeare un pò prima di sformarle…con l’aiuto della palettina in dotazione le ho leggermente staccate e…voilà!

Sono un pò bruttarelle, ma essendo le prime so che mi perdonerete…vero?!
Un bel bicchiere di latte (per inzupparle alla grande!) oppure uno yogurth, qualche fragola…
Che merenda leggera e golosa!!
Certo, qualcuna di voi mi potrà dire…ma io quella meravigliosa macchinetta sforna-barrette non ce l’ho…
beh, sul sito Imaginarium la potete acquistare in tutta sicurezza, oppure recandovi in uno dei loro tanti e bellissimi negozi…però potete tranquillamente anche usare stampini monodose in silicone di varie forme…magari anzichè delle barrette otterrete dei tondini, ma è bello anche variare ed arricchire con la fantasia le nostre preparazioni…!

 

 

Con questa ricetta mi piacerebbe partecipare al contest della cara Federica  “Basta un poco di zucchero”

 

 

E adesso…. voglio mostrarvi il progetto al quale sto lavorando.
Un cuscino per il mio soggiorno, fatto all’uncinetto Granny.
Un’altro dei piacevoli momenti trascorsi ieri sola soletta, accoccolata sul divano…

 

 

…sono ancora all’inizio, ma pian piano sta cominciando a prendere forma.
Già tempo fa avevo ricamato questo cuscino qua…..fra un pò questo andrà a fargli compagnia!

E oggi è iniziata una nuova settimana…
Innanzitutto è la festa di S.Giuseppe, auguri a tutti i Giuseppe, Giuseppina, Pina e chi più ne ha più ne metta…
Inoltre è anche la festa del papà…auguri a tutti i papà, compreso il mio e mio marito ovviamente!

Oggi mi aspetta un lavoretto davvero niente male…inizia ufficialmente la settimana della pulizia vetri, lavaggio tende, tapparelle, zanzariere, cassoni e quant’altro.
Qualcuno se la sente di darmi una mano…?! Qualche barretta ve la garantisco di sicuro 😉
Buon lunedì!!!

Zuccheri aromatizzati…..un semplice e profumato regalo natalizio!

 
 
 
 
Tovaglietta Villa D’Este home
Cucchiaino Easy life design

 
 
Eccomi qua amiche e amici….in questi giorni sono stata presissima…tanti impegni, non da ultimo il primo mercatino natalizio della scuola di mia figlia, con allestimento e vendita…
In più un ennesimo problema al pc e all’antivirus che mi hanno un pò tenuta lontana dai vostri blog…scusate la latitanza, spero davvero di riuscire ad essere più presente nei prossimi giorni!
Mi faccio perdonare proponendovi oggi una piccola ma utile idea che sono sicura vi piacerà…
 
Mi piace trovare sempre qualche idea home made per i miei pensierini di Natale.
Un anno sono i sali aromatizzati
Oppure qualche liquorino
Quest’anno ho pensato di preparare questi zuccheri!
Semplici e facili da preparare, ottimi e versatili da utilizzare, per profumare magari un bel the, una tisana, una bibita calda o ancora per aromatizzare un dolce o una crema dessert.
Anzichè utilizzare la vanillina chimica, questo zucchero è davvero perfetto…io amo se possibile evitare ciò che è chimico o industriale.
 
Ho trovato una di queste ricette sul web tempo fa, sinceramente non saprei dire con esattezza dove e mi scuso se non cito una fonte vera e propria. Ho salvato il procedimento ed ho deciso di riproporla…se non sbaglio era un sito di ricette per il Bimby, infatti io l’ho realizzato con quello, ma credo che un robot potente possa in qualche modo egregiamente fare altrettanto.
Allora vi elenco qua sotto le due ricettine…che ne dite magari di abbinare un vasetto di queste profumate golosità insieme a delle tisane o a dei the aromatici e profumati? Vi ho dato un’ideuzza???
 
 
Vanillina naturale
 
Ho preso 200 gr di zucchero semolato e un baccello di vaniglia (la proporzione è quella…se ne può fare anche una quantità maggiore, basta mantenere le giuste dosi), li ho messi in un vaso ermetico ed ho lasciato una settimana ad aromatizzarsi.
Ho agitato ogni tanto il vaso, in modo da coprire bene la vaniglia con lo zucchero.
Dopo una settimana quindi (ma nulla vi vieta di lasciarla anche qualche giorno in più) ho preso lo zucchero col baccello e li ho trasferiti nel boccale del Bimby.
Li ho polverizzati per 25 secondi a velocità 10.
Se non avete il Bimby, utilizzate un robot alla massima potenza.
Otterrete uno zucchero finissimo, impalpabile tipo zucchero a velo profumatissimo e naturale…una vanillina perfettamente naturale ed ottima.
 
 
Zucchero alla vaniglia e cannella
 
Ho preso 200 gr di zucchero di canna, un cucchiaino pieno di cannella macinata e mezzo baccello di vaniglia…ho messo in un vaso ermetico ed ho lasciato una settimana ad aromatizzarsi, agitando ogni tanto in modo da lasciare il baccello sempre coperto dallo zucchero.
Trascorsa la settimana, ho messo il tutto nel boccale del Bimby ed ho polverizzato come sopra 25 secondi a vel.10.
Se non avete il Bimby, va bene anche un robot  potente come ho già scritto sopra.
Anche qua uno zucchero impalpabile, di un bel colore beige chiaro, profumatissimo, naturale ed aromatico.
 
Un bel vasetto decorato, un piccolo contenitore, un fiocco…e voilà! Il gioco, o meglio, il regalo…è fatto!
 
Cara Patrizia, come puoi vedere…non mi sono dimenticata di te e del tuo bellissimo contest!
 
 
 

Ed ora alcune istantanee dei miei lavori in corso….

 

 

…i sali aromatici per la scuola………

 

 

…blocchetti ricoperti in pannolenci….idea regalo per le ragazzine…

 

 

 
…e ancora sto producendo…abbiamo un altra data del nostro mercatino, ed ho promesso il mio contributo anche questa volta!
 
Buonissima giornata, oggi qua è festa, Festa patronale di Milano (ma anche nella provincia ci si riposa!!) conto davvero di fermarmi un attimino e rilassarmi un pò…speriamo…
Buonissima giornata, un abbraccio

 

Sciarpe!!

….Mi sono innamorata della lana Pon pon (che poi è ciniglia!)…ho realizzato davvero tante sciarpe, alcune anche regalate a Natale!
Mi piace davvero tricottare, mi rilassa da matti, addirittura una sciarpa di queste la faccio in poche ore, magari in una sera davanti alla tv o sul divano…
Queste saranno destinate a delle amiche….per compleanni e ricorrenze varie, sperando di far loro cosa gradita.
E voi cosa ne pensate, vi piacciono i colori? Quale in particolare?

 

 

 

 

Sono ancora molto pasticciona per quanto riguarda le rifiniture, ma pian piano conto di migliorare…
A chi fosse interessato ad imparare a lavorare questa favolosa lana-ciniglia, dal risultato soffice, morbido e caldo…basta guardare qua!

Buona domenica a tutti!