image_pdfimage_print

Cake allo yogurt di soia con mandorle e mele, senza uova, ricetta vegana

Buon inizio settimana a tutti amici ed amiche…
Anche questa volta, il nuovo numero di Taste & More è stato un successo!
Tante belle ricette confortanti, profumate, per tutti i gusti direi…
Già qui vi avevo mostrato una delle mie ricette, questa profumatissima e buona tisana dalle proprietà digestive…oggi invece, visto che è lunedì e, come si sa, riprendere i ritmi dopo il week end non mai è facile, la Simo vuole offrirvi un dolcetto leggero e tanto goloso, un morbidissimo cake vegano allo yogurt di soia e mela, senza uova e perfetto per chi vuole avvicinarsi alla scoperta dei dolci “senza”.
Su Taste & More, poi, ne potrete vedere degli altri…le intolleranze sono sempre in aumento, la voglia di avvicinarsi ad un’alimentazione più sana e senza grassi animali si fa sempre più importante…voler scoprire, sperimentare e esplorare nuovi orizzonti culinari poi è sempre stimolante: quindi perchè no?!

(altro…)

Piccoli cakes alla mandorla e cacao – ricetta vegana

Come sapete bene, amo tantissimo leggere, ed ogni libro nuovo per me è una continua scoperta e ricerca di nozioni e  informazioni per imparare, sempre…
Qualche tempo fa, ho avuto modo di leggere e sfogliare questo bellissimo libro, Puro Cacaoedito da Red, un libro di sole ricette vegane a base di cacao , ricette una più bella dell’altra e per me anche tanto interessanti.
Sapete bene che appena posso tendo ad alleggerire i dolci che preparo per i miei cari; amo far loro trovare qualcosina di goloso per merenda o colazione, anche per la merendina scolastica di mia figlia, che ormai bimba non è più, ma che gradisce sempre qualcosina per spezzare la lunga mattinata di studio (pensate che torna a casa tutti i giorni alle 14,45!!).
Io adoro il cioccolato ed il cacao (anche se ultimamente, visti i miei problemi di colite, ho dovuto limitarli, anzi, praticamente quasi eliminarli definitivamente dalla mia dieta!) ma più di me lo amano marito e figlia; leggendo questo libro, l’acquolina è salita a mille…avrei fatto tutto, ci credete?!
Visto però che mi trovavo in casa una confezione di Bevanda Vegetale alla Mandorla non tostata di Alpro, trovata nell’ultima  Degustabox (p.s: qua tutte le info per riceverla! 😉 ) ho scelto la ricetta di questi piccoli cakes al cacao e mandorla, che, nella ricetta originale erano glassati ma che io ho voluto lasciare così, semplici semplici e ancora più leggeri, perfetti da avvolgere in un fazzolettino di carta e mettere nello zaino di scuola, o portare in tavola al mattino insieme ad una bella ciotolina di yogurt e un succo di frutta fresco!

(altro…)

Cake al succo di mela e melograno, per il progetto Pink is Good

Ultimamente per una serie di problematiche qui a casa, sono sempre di corsa e a volte è difficile trovare anche un momentino per passare a trovarvi sulle paginette pasticcione del mio amato blog.
Però, quando ci sono in ballo cose in cui credo, il tempo lo trovo, anzi lo faccio saltar fuori, un po’ come il coniglio dal cilindro magico…
…e per questa iniziativa non ho voluto dire di no.
La ricetta che vi voglio proporre oggi è quella di un cake buonissimo, goloso e leggero, realizzato per partecipare al progetto Pink is Good, nel mese rosa di ottobre, dedicato alla prevenzione dei tumori al seno.

Ogni anno, in Italia, 48.000 donne si ammalano di tumore al seno. La ricerca scientifica ha compiuto passi da gigante: oggi, infatti, guarisce oltre il 90% delle donne a cui il tumore è stato diagnosticato in fase iniziale.
Dall’impegno decennale di Fondazione Veronesi nasce il progetto Pink is GOOD, che si pone come obiettivo quello di battere definitivamente il tumore al seno.

Pink is GOOD per la Fondazione significa promuovere la prevenzione , indispensabile per individuare la malattia nelle primissime fasi, e fare informazione sul tema in modo serio, accurato, aggiornato.
Pink is GOOD per la Fondazione è anche sostegno concreto alla Ricerca, grazie al finanziamento di borse e progetti di ricerca  per medici e scienziati che hanno deciso di dedicare la loro vita allo studio e alla cura del tumore al seno.
La Ricerca ha cambiato la vita di migliaia di donne. Per questo è importante che la Ricerca continui a lavorare per individuare soluzioni innovative per anticipare il più possibile la diagnosi, trovare nuove terapie, nuovi farmaci, in grado di sconfiggere definitivamente questo male.
Con Pink is GOOD la Fondazione Veronesi dal 2013 sostiene il lavoro di una serie di ricercatori specializzati nella ricerca contro il tumore al seno.

(altro…)

Tortine di sfoglia con sbriciolata, rabarbaro e fragole

In questi giorni sono un po’ di corsa, spero mi perdonerete…chiedo scusa anche alle amiche di blog per non passare neppure a fare un salutino; spero di rimettermi in carreggiata prima o poi…
Vi volevo mostrare delle tortine di sfoglia con una golosa sbriciolata che ho realizzato recentemente con il MIO rabarbaro…si, avete capito bene, proprio quello che ho coltivato sul balcone in un bel vaso gigante, quello che avevo trovato miracolosamente in una serra e immediatamente accaparrato!
Purtroppo il temporale (o meglio dire tempesta!) dell’altra sera me lo ha distrutto, speriamo non sia definitivamente stecchito, vabbè…
Comunque prima della ipotetica dipartita, ero riuscita a utilizzarlo in alcune ricettine, e una è proprio questa: veloce e semplice da realizzare, golosa quanto basta, insomma nel perfetto stile Simo, ecco!
Si, volevo realizzare un dolcetto goloso per la domenica da offrire ai miei cari per merenda (sapete che mi piace coccolarli!) ma avevo pochissimo tempo e così mi sono ingegnata anche con quello che il frigo mi offriva lì per lì…frigo e balcone, visto che tre begli steli del mio rabarbaro ci son finiti poi dentro, ehehehe..
Beh, spero vi piacciano queste tortine, così come son piaciute a noi!

(altro…)

Panbrioche con pasta madre alle uvette, senza uova e latticini

Forse non ho avuto modo di dirvi, in questi ultimi tempi, che ho scoperto essere altamente intollerante al lievito di birra, alle uova, alle nocciole ed al cioccolato.
In merito agli ultimi due…vabbè…
…certo, non è facile rinunciarvi ma io ci riesco benissimo, posso davvero farne a meno senza il minimo problema ( a parte quando mi sento un po’ giù ed arriva prepotente la voglia di crema alla nocciola, uhm…).
Discorso a parte meritano le uova e il lievito di birra:
…le prime io le ho sempre letteralmente adorate…a parte il mangiarle in frittata o al tegamino, vengono impiegate un po’ dappertutto come addensante in dolci, creme, salse, io le uso anche nei ripieni delle torte salate, nelle polpette, insomma vi dico: per me è dura.
Con il lievito è ancora un’altro discorso: sono riuscita con la pasta madre (e qui devo dire ancora grazie alla mia arzillissima Gina!) a sbizzarrirmi in lievitati, pani, focacce e quant’altro…mi mancava la sperimentazione dolce, ma ci sono riuscita egregiamente e questa ricetta ne è la prova.
Qui è doveroso ringraziare Nonna Paperina (Tiziana): sul suo sito specializzato per chi ha intolleranze alimentari,  trovo sempre tante idee per chi come me ha problematiche alimentari di vario genere, e questa ricetta che oggi vi mostrerò, arriva proprio da qui, realizzata da Paola (grazie anche a te, di cuore!).
E’ un panbrioche soffice, goloso, speciale per la colazione ma anche per la merenda, leggero e “senza”quanto basta per essere perfetto! (senza uova e latticini…insomma, che volere di più?!)
Noi l’abbiamo immediatamente amato, e presto ho intenzione di sperimentarne una versione integrale o semi integrale, stay tuned… 😉

(altro…)