image_pdfimage_print

Pudding di riso al Tè Matcha e mandorla, con sciroppo alle bacche di Goji e zenzero, per la rubrica In cucina con il tè

Oggi, per l’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”, voglio, insieme a Gabriella dello Chà Tea Atelier che partecipa con me a questa avventura, proporvi un dolce insolito, molto particolare ma nell’insieme goloso, profumatissimo e dai sapori stuzzicanti e originali.
Ammetto che quando lo abbiamo pensato con Gabriella, ero un po’ titubante sulla sua realizzazione, non essendo comunque un dolce che rappresenta il mio tipo di cucina (che rimane solitamente molto più classica e tradizionale); le sfide però mi piacciono, scoprire nuovi gusti ed accostamenti mi interessa sempre e così ho provato.
Beh, il risultato mi ha pienamente soddisfatta, anzi devo dire che ha particolarmente soddisfatto mia figlia, che appena tornata da scuola se ne è bellamente spazzolata una coppa per merenda, con immenso piacere!
Questo pudding potrebbe essere l’evoluzione etnica del classico risolatte della tradizione lombarda, dolce che tanto amo ed ho amato, e che mi ricorda la mia adorata nonna Gina, che me lo preparava spesso per merenda, d’inverno nelle giornate fredde.
Qui al posto del latte intero, ho utilizzato una bevanda vegetale alla mandorla, ho aromatizzato con spezie profumate e con del Tè Matcha; ho poi realizzato uno sciroppo a base di zucchero di canna, bacche di goji e zenzero cristallizzato che lo ha definito e personalizzato ancor di più.

(altro…)

Crema dolce alla robiola, vaniglia e marsala

Non so se vi siete mai accorti che su questo blog, (il quale blog a marzo compirà…udite bene…rullo di tamburi…tadann! …ben  nove anni) non ho quasi nessuna ricetta di tiramisù…
Eh si, proprio così.
E non perchè non mi piaccia, oh no…
La Simo non digerisce il mascarpone, ha una leggera intolleranza all’uovo, soprattutto se crudo, e il caffè le mette bruciore di stomaco!
Si, vi sento mentre dite che sono una carretta, ma che ci volete fare, galoppo di gran carriera verso la cinquantina, e qualche problemuccio in più ci può stare, ahimè…
In realtà, ormai in casa mia ho trovato un’egregia sostituzione a questo genere di crema un po’ pesantuccia, con una versione profumatissima e più leggera, a base di robiola, vaniglia, zucchero a velo e marsala.
Noi qui ne andiamo matti: la uso per farcire muffins e torte tipo pan di spagna, la abbino alla frutta fresca, ma è speciale anche con quella cotta; è buonissima anche gustata in purezza come dolce al cucchiaio in abbinamento a biscotti tipo lingue di gatto o frolle, o ancora con panettone e pandoro, insomma chi più ne ha più ne metta!
Questa versione che vi presento oggi, è molto chic, servita in coppette e decorata con stelline di panettone leggermente tostate sotto al grill.
E’ vero, ormai le feste sono passate, ma chi non ha in dispensa un panettone o un pandoro avanzati?
Tostatene qualche fetta, ritagliatela con un coppapasta o una formina per biscotti nella foggia che preferite, e servite insieme alla crema…mmmm…immergete e gustate!

(altro…)

Granola alla quinoa e semi per Altromercato

Da quanto tempo desideravo provare a fare una granola….voi non potete neppure capire.
Praticamente la vedevo spessissimo sui blog bellissimi di tante amiche, in versioni e varianti assolutamente differenti, ma sempre tanto golose, sane e croccantissime; adesso mi ci metto anche io, si si…no aspetto la prossima settimana…
…ah, ma fra qualche giorno ci provo, si, ci provo…
E finalmente, dopo anni oserei dire, eccomi qui.
L’occasione è arrivata per provare la Quinoa Mix di Altromercato e realizzare una ricettina per il Circolo del Cibo; dopo aver addocchiato anche questa versione delle mie amiche “Pancettine”, stravolgendo un po’ il tutto e mettendoci come sempre del mio, mi ci sono cimentata.
In una giornata freddissima, grigia e triste, con la musica di Sting in sottofondo a farmi compagnia, ecco che la cucina si è improvvisamente riempita di un buon profumo e di calore…in un battibaleno ho ottenuto un buon vaso pieno di granola croccante e golosissima; ne sono praticamente diventata quasi dipendente, tanto da pescarne a cucchiaiate ogni tanto quando mi prende il languorino, eheheheh e mangiarmela anche così da sola, senza latteyogurt, con i quali ci sta a meraviglia.
La mia versione abbastanza ricca, prevede oltre alla quinoa, anche i fiocchi di avena, un mix di semi misti quali semi di girasole, semi di zucca, sesamo, chia e papavero, poi dei cranberries essiccati e dell’uvetta sultanina….mmmm….
…non vedo l’ora che sia domattina per fare colazione!

 

(altro…)

Mousse al succo di melagrana, mela e limone

Mamma mia che periodo denso di impegni e scadenze legate al food e al mio blog, oltre che personali…avrei voluto postare questa ricetta un pochetto prima, ma davvero non ce l’ho fatta.
A questo punto ho deciso di pubblicare oggi, anche se è sabato; magari potrebbe essere l’idea dolce che cercavate da realizzare per il pranzo della domenica, o per il brunch, o ancora per una merenda con amici, perchè no!
Ho utilizzato un ingrediente che ho trovato nella Degustabox del mese di ottobre, e più precisamente una panna da montare senza lattosio, questa spaziale di Meggle, oltre a un succo di melagrana, mela e limone trovato al banco del fresco al super.
Ho, come dicevo, trovato questo succo pronto, ma è possibile anche farlo in casa con una buona centrifuga o estrattore; il succo di melagrana si ottiene facilmente anche spremendola dopo averla tagliata in due come fosse un agrume, con un normale spremiagrumi, anche manuale.
La percentuale da utilizzare è questa: per 200 ml di succo totale, 110 ml devono essere di melagrana, 85 ml di mela e 5 ml di succo fresco di limone: una bevanda assolutamente sana, fresca e piena di ottime proprietà antiossidanti, depurative e ricca di vitamine.
Buonissimo da bere, questo succo, ve lo consiglio a colazione o per merenda: se poi volete utilizzarlo per questa mousse…beh, farete un figurone e scoprirete una delizia al cucchiaio assolutamente irresistibile, parola!

(altro…)

In cucina con il tè: ottobre, Cioccolata calda fondente al Tea brulé

La rugiada scende fine,
Minuscole perle Si infilano tra i rami,
Del bosco incantato,
Metamorfosi e magia.
Il sole fa capolino,
Tra le foglie,
Curioso spettatore,
Della natura che si risveglia,
Tiepido candore.
I tramonti e le albe,
Gli hanno lasciato un dono:
L’oro cangiante del suo cuore,
Si adagia morbidamente,
Sulle verdi foglie,
È’ arrivato l’autunno.

Cecilia Sacchetti

 

E’ con queste parole dolcissime scritte da un’amica, che voglio introdurre il post di oggi, relativo alla rubrica “in cucina con il tè”, scritto a quattro mani con Gabriella Lombardi dello Chà Tea Atelier.
Le immagini parlano da sole…quando abbiamo bisogno di coccolarci, una cioccolata è sempre perfetta…soprattutto in queste fredde e umide giornate autunnali.
Si l’autunno è così…incostante e mutevole, pigro e languido, capace di regalarci giornate di calda luce, ma anche giornate buie e uggiose, velate di malinconica tristezza…

(altro…)