Orzotto con mazzancolle, arancia, zafferano e anice

Amo i primi piatti, non posso negarlo.
Ho provato nel corso della mia vita a fare parecchie diete (vista la mia forma e la mia mole piuttosto rotondetta, ecco…), ma appena mi veniva vietato il primo piatto…beh, era la fine.
Il primo piatto a base di carboidrati a me serve per sopravvivere…scherzi a parte, senza di esso l’umore inizia a risentirne, divento intrattabile e scontrosa, sembra che mi manchi qualcosa e…boh, forse sarò anormale, ma è così.
Ultimamente, sempre seguendo un po’ quel percorso alimentare di cui vi parlavo nello scorso post, mi piace anche, soprattutto adesso che arriva la bella stagione, preparare un saziante e goloso piatto unico, a base di verdure, proteine e carboidrati, che mi sazi portando anche un po’ di allegria e di colore sulla tavola.
Questo orzotto mi ha colpito al cuore quando l’ho visto sulle pagine di una rivista settimanale che spesso compro, Confidenze…una rivista che mi piace per la sua semplicità, e per il modo di approcciarsi alle sue lettrici.
Detto fatto, mi sono copiata il tutto e, una volta procurati gli ingredienti, l’ho cucinato e servito insieme ad una bella insalata: credetemi, l’ho adorato!
Ha un sapore delicato ma aromatico e speziato al contempo; le mazzancolle lo arricchiscono, mentre le spezie usate (anice e zafferano) completate dal profumo intenso dell’arancia, lo rendono irresistibile e vagamente orientaleggiante.

 

 

 

Ho servito il mio orzotto dentro alle carinissime cocottine monoporzione di Le Creuset; vi ricordo la campagna di cui vi avevo parlato già, per la precisione questa, Colours of Spice, dove il “Leit motiv”è l’accostamento cromatico fra le spezie (che tanto amiamo!) e i colori iconici di Le Creuset, come il rosso ciliegia, il giallo, il nero, l’arancio, e il verde palma.
Qui maggiori info…
Vi anticipo comunque che la collezione Colours of Spice è disponibile sia online sul sito, che nei negozi dei rivenditori aderenti… inoltre è acquistabile anche con una speciale soluzione: si potrà creare il proprio set di 3 pezzi e ricevere un esclusivo sconto del 20%. (Maggiori informazioni: https://www.lecreuset.it/collezione-spezie )
Insomma che ne dite, non è intrigante?!….io non me la farei scappare!

 

 

 

 

 

Print Recipe
Orzotto con mazzancolle, arancia, zafferano e anice
un prinmo piatto saporito, profumato ed aromatico, insolitamente buono e scenografico: vi conquisterà
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
4 porzioni piccole
Ingredienti
  • 320 g orzo perlato
  • 20 mazzancolle sgusciate ed eviscerate
  • 1 piccolo scalogno
  • 1 bustina zafferano
  • 1 punta di cucchiaino semi di anice
  • 1/2 bicchiere vino bianco secco
  • 1 litro brodo vegetale leggero
  • 1 arancia bio non trattata
  • q.b olio extravergine d'oliva
  • q.b sale fino
  • q.b prezzemolo in foglie, per decorare il piatto
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
4 porzioni piccole
Ingredienti
  • 320 g orzo perlato
  • 20 mazzancolle sgusciate ed eviscerate
  • 1 piccolo scalogno
  • 1 bustina zafferano
  • 1 punta di cucchiaino semi di anice
  • 1/2 bicchiere vino bianco secco
  • 1 litro brodo vegetale leggero
  • 1 arancia bio non trattata
  • q.b olio extravergine d'oliva
  • q.b sale fino
  • q.b prezzemolo in foglie, per decorare il piatto
Istruzioni
  1. Sbucciare lo scalogno, farlo a fettine finissime e rosolarlo con alcuni cucchiai di olio in una casseruola insieme ai semi di anice leggermente pestati al mortaio e una grattata abbondante di scorza d'arancia (circa un cucchiaio).
  2. Unire l'orzo e tostarlo alcuni minuti a fiamma vivace, poi sfumarlo con il vino bianco e lasciar evaporare l'alcool; unire lo zafferano, le mazzancolle e bagnare con un mestolo di brodo, proseguendo via via così sino ad esaurimento, come per un normale risotto, regolando di sale a piacere se necessario.
  3. Cuocere per una ventina di minuti, o comunque per i tempi riportati sulla confezione, poi spegnere la fiamma e servire caldissimo, decorando con qualche fogliolina di prezzemolo fresco.

 

 

 

Vi consiglio quindi di provarlo, vedrete che vi piacerà, come è piaciuto anche a noi; come sempre il marito non fa testo, ma ormai ho imparato a lasciar perdere, siamo sempre io e mia figlia le sperimentatrici seriali, eheheh 😉
Alimentarsi bene ed in maniera sana si può: non dovete pensare a ricette tristi e scialbe, guardate questo orzotto…non mette allegria?!
Ed è di un buono…

Ora vi lascio augurando a tutti una serena settimana; presto sarà Pasqua, ed io ne approfitterò per riposarmi un po’ e staccare un pochetto la spina. Ancora qualche ricettina e poi…qualche giorno di pausa meritata, eheheh 😉

Vi abbraccio, alla prossima