Scoones al tè Keemun, con crema di formaggio e confettura

Forse, chi lo sa, in un’altra vita sono stata una donna inglese.
Si, si, una campagnola proprio molto ma molto british, di quelle in abito lungo, magari vissuta in uno di quei cottage di campagna dall’immenso tetto in paglia, amanti del tè delle cinque e delle scampagnate col cestino pieno di mille cose buone, persa a sognare seduta nel vento davanti al mare selvaggio della Cornovaglia, come un’eroina dei romanzi di Rosamunde Pilcher.
No, non sono ancora impazzita (nonostante l’inesorabile avanzamento dell’età…), ma lo ammetto, se dovessi pensare ad una me diversa da quella che sono ora, beh…non mi vedrei di certo passeggiare nelle vie della Grande Mela, oppure in una grande città come Tokyo o Hong Kong: questi posti non fanno per me.
Datemi un cottage nella campagna inglese ed io potrei essere la donna più felice del mondo.
Datemi una tavola imbandita per la merenda o il delle cinque, e farete di me una donna realizzata.
Scherzi e sogni a parte, oggi vi porto con me in Inghilterra, a gustare un tea time davvero speciale, semplice come del resto tutte le mie proposte, ma goloso e profumato, pensato per voi da me in primis e da Gabriella dello Chà Tea Atelier per la nostra rubrica “in cucina con il tè”.
Ho voluto realizzare gli Scoones, dei dolcetti simili a biscotti morbidi e golosi, perfetti ripieni di Cream Cheese, Quark o anche panna acida densa e morbida, con confettura o frutta fresca; la loro particolarità è di essere aromatizzati al Tè Keemun, di cui sotto vi parlerò, un tè assolutamente speciale.

 

 

Passo come sempre la parola a Gabriella per la descrizione del tè utilizzato, il Keemun, che è uno dei miei preferiti in assoluto, fra l’altro 😉

Il Keemun è un famoso tè rosso cinese, un tè completamente ossidato proveniente dalla provincia di Anhui.
Perché lo chiamiamo tè rosso? Secondo la classificazione cromatica cinese, i tè rossi sono quelli comunemente chiamati tè neri in Occidente per l’alto livello di ossidazione delle foglie.
È stato prodotto per la prima volta a fine Ottocento ed è subito diventato un classico….pensate che è uno degli ingredienti di famose miscele come l’Earl Grey.

Per la preparazione si consiglia:
acqua: 90-95° C
quantità: 2-3 grammi ogni 150 ml
tempo di infusione: 3’

 

 

 

chà tea atelier logo

 

Per questi scoones, ho seguito le indicazioni di un libro che adoro, “Una merenda a Londra”, seguendo la ricetta base, e poi ho apportato una piccola variante, che vedrete sotto nella spiegazione.

 

 

Print Recipe
Scoones al tè Keemun, con crema di formaggio e confettura
Gli scoones sono dei dolcetti golosi, adatti ad un tea time in perfetto stile British!
Tempo di preparazione 15 minutes
Tempo di cottura 15 minutes
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per gli scoones:
  • 250 g Farina 00
  • 55 g burro
  • 150 ml latte
  • 1 cucchiaio zucchero semolato
  • 1 pizzico sale fino
  • 1 cucchiaino colmo Keemun
  • 1 cucchiaio Lievito in polvere per dolci
  • 1 cucchiaio semini di canapa
Per la farcitura
  • q.b formaggio cremoso o panna acida
  • q.b confettura alla pera
Tempo di preparazione 15 minutes
Tempo di cottura 15 minutes
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per gli scoones:
  • 250 g Farina 00
  • 55 g burro
  • 150 ml latte
  • 1 cucchiaio zucchero semolato
  • 1 pizzico sale fino
  • 1 cucchiaino colmo Keemun
  • 1 cucchiaio Lievito in polvere per dolci
  • 1 cucchiaio semini di canapa
Per la farcitura
  • q.b formaggio cremoso o panna acida
  • q.b confettura alla pera
Istruzioni
  1. Mettere il latte in un pentolino e scaldarlo senza portarlo ad ebollizione; una volta pronto, spegnere la fiamma ed aggiungere il tè, lasciandolo in infusione fino a completo raffreddamento. Filtrare e mettere da parte. Accendere intanto il forno e portarlo ad una temperatura di 180° ventilato.
  2. Setacciare la farina in una ciotola, aggiungendo lo zucchero, il sale ed il lievito; unire il burro freddo fatto a pezzettini ed impastare con le mani, creando un composto friabile e sbricioloso. Formare una fontana e versarci al centro il latte.
  3. Impastare velocemente con le mani (non deve però essere lavorato troppo): se dovesse risultare troppo asciutto, unire ancora un goccio di latte, altrimenti se troppo morbido, aggiungere un pizzico di farina. Formare una palla, e, su un piano infarinato stenderla col mattarello in modo da ottenere un disco alto circa 3-4 cm. (io ho preferito farlo leggermente più basso).
  4. Ritagliare dei cerchi con un coppapasta o un tagliabiscotti del diamtro di circa 5-6 cm, poi disporli su una teglia coperta di carta forno o leggermente imburrata. Spennellare gli scoones con del latte o dell'uovo sbattuto e spolverizzarli con dei semini di canapa; infornare e cuocere per 10 minuti (15 per il mio forno!) si devono gonfiare e dorare ben bene. Nessuna paura se si dovessero unire fra loro, basterà staccarli una volta tolti dal forno ancora caldi.
  5. Una volta tiepidi, tagliarli a metà e farcirli con formaggio cremoso o panna acida a piacere e una generosa dose di confettura alla pera
Recipe Notes

Si conservano NON farciti per alcuni giorni in un contenitore ermetico ben chiuso, in luogo fresco (ma non in frigo!); basterà farli rinvenire leggermente prima di farcirli per la vostra merenda o colazione.

 

 

 

Quindi, per ricreare un attimo di pura magia, magari in un giorno di festa, dove si è più pigri e tranquilli, dove è bello godersi qualche attimo in famiglia o in compagnia di cari amici, basterà apparecchiare una tavola con tante belle porcellane, un fiore fresco, tante golosità dolci e salate, questi scoones of course, e una tazza di buon tè profumato e fumante…ecco, cosa volere di più?!

 

 

 

Ammetto che mia figlia ci ha fatto anche colazione, quindi beh…fate voi…
Io la ricetta ve l’ho data!

E qualora vogliate saperne di più, o seguire, perchè no, anche un corso di degustazione o una lezione sui vari tipi di tè, come riconoscerli ed apprezzarli, beh…Gabriella vi aspetta nel suo piccolo e delizioso Atelier per aiutarvi e consigliarvi al meglio. Io una capatina ce la farei…

Buon lunedì quindi a tutti voi, uffa il fine settimana dura sempre troppo poco!
Un abbraccio e alla prossima

 

sponsored

image_pdfimage_print

Comments

  1. Leave a Reply

    Francesca
    1 marzo 2017

    Io penso di essere stata una parigina con cappellino e abito a pois, che mangiava tante crepes e madeleines! Ma sempre con la sua tazza di tè in mano, ovviamente! Non conoscevo questo tipo, proverei ogni tè del mondo, voglio assaporarli tutti! Come sempre le ricettine di questa rubrica sono speciali, ai miei occhi… dovresti raccoglierle tutte magari in un pdf o ebook, sai? 😉

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      2 marzo 2017

      Ahhhh tu una francesina, vedo 😉
      Anche io vorrei assaporare ogni tè, ammetto di essere stata in Sri lanka e alle Seychelles dove ho visto le piantagioni e quant’altro…è stata un’esperienza indimenticabile!
      Grazie cara anche per il consiglio, ci penserò 😉
      Bacione grande

  2. Leave a Reply

    Milena
    1 marzo 2017

    Che bella l’immagine di te con un vestito lungo, in un cottage di campagna con il cestino pieno di mille cose buone e magari anche questi scones che trovo adorabili. A presto!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      1 marzo 2017

      ahahaha meglio sognare, la Simo agghindata così non so se sarebbe propriamente un bello spettacolo…
      Ti aspetto per il tea time, ci conto eh?! 😉
      Bacioni!

  3. Leave a Reply

    Luisa-mamilu
    1 marzo 2017

    Ciao Simo da piccola denigravo la campagna xche’ la vedevo nella maniera distorta del “sempre sporchi di terra”…crescendo invece ho imparato ad apprezzare proprio quella terra che riesce a dare anche buoni frutti e pure sul mio terrazzino oltre all’orto del mio papà…ma come te sognavo la campagna in veste di “signora british” 🙂 e adoro il te in tutte le sue sfumature. Molto golose ed interessanti presentazioni in questa splendida rubrica. Bravissime entrambi. Baci Luisa

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      1 marzo 2017

      Esatto, io ci son cresciuta in campagna e credimi, la vita era tutta un’altra cosa. Abito comunque in un paesino ancora in parte rurale, ci son tanti campi e si sta bene, grazie al cielo…però vivere in Inghilterra, in quelle zone sarebbe un sogno per me!
      Grazie per tutto, prova gli scoones per la merenda dei tuoi pargoli 😉
      Bacione e buona giornata

      • Leave a Reply

        Luisa-mamilu
        1 marzo 2017

        Eh eh i miei vivono proprio in un paese in Emilia tra il mix rurale e cittadino, e quando ci torno bhe sono a casa a tutti gli effetti…con le casette basse carine carine decisamente rispetto ai palazzoni milanesi che ci circondano :). Baci Luisa

  4. Leave a Reply

    annalisa
    28 febbraio 2017

    Che bella atmosfera Simo, verrei volentieri a trovarti nel tuo cottage! Questi scones sono favolosi, complimenti per la deliziosa ricetta!

  5. Leave a Reply

    Claudia
    28 febbraio 2017

    Sapessi anche io i sogni di cosa sarei voluto essere.. Ma alla fine le scelte nella mia vita le ho fatte io.. quindi se sono dove sono.. è perchè ho scelto no? mah! ahahaahahha Non ho mai assaggiato gli scones..ma un bel teuccio lo avrei preso volentieri con te.. :-*

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      1 marzo 2017

      Vabbè, però dai…sognare un po’ che ci costa??!
      Ti aspetto per il tè, e ci conto, mi raccomando! Bacio grande

  6. Leave a Reply

    Alice
    28 febbraio 2017

    Appena ti trasferisci avvertimi che arrivo…per il te ma anche per la cena e la colazione! Adoro la campagna inglese e adoro questi scoones !!!
    baci
    Alice

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      1 marzo 2017

      Ahahaha non mancherò amica mia, stanne certa! Intanto possiamo sognare un po’davanti ad un buon tè e ad uno scoones…che ne dici?
      Buonissima giornata!

  7. Leave a Reply

    tizi
    28 febbraio 2017

    è una vita che voglio fare gli scones e ancora non mi sono decisa… a vedere questi tuoi, ben farciti e con una tazza di the fumante accanto, mi è tornata una gran voglia di provarci!
    un bacio simo e buon martedì grasso 🙂

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Tizi, li devi provare! Vedrai che ti piaceranno una cifra…garantito..
      Se poi serviti con un buon tè profumato, della confettura deliziosa, chiacchiere e buona compagnia…beh, sono ancora meglio!
      Un bacione e buon martedì grasso a te

  8. Leave a Reply

    Ely
    28 febbraio 2017

    Simo ma io ti ci vedo tantissimo in un bel cottage inglese, e ci sarei anche io, per il tè delle cinque, se poi mi prepari degli scoones così ci vengo tutti i pomeriggi, perchè anche se fuori piove, perchè in Inghilterra piove spesso si sa, li comoda sulla tua poltrona potrei starci fino a quando torna il sole 🙂 Bellissimo post!

  9. Leave a Reply

    Lilli nel paese delle stoviglie
    28 febbraio 2017

    simo io come te, non mi vedo nelle grandi città caotiche, incasinate, sempre di corsa mentre amo la pace che regala la natura, la calma, amo il te e potrei stare ore con un libro e una tazza in mano che poi ci sto ore, carinissimi questi scoones, una merenda super, baci

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Allora benvenuta nel club del tea time 😉
      Ti aspetto per una bellissima merenda insieme, ci stai?!
      Bacione!

  10. Leave a Reply

    Natalia
    28 febbraio 2017

    Bello il tuo sogno, per un attimo ho visto anche me in quella veste inglese a sorseggiare il tè.
    Gli scoones non li ho mai fatti. Ho acquistato un libricino tempo fa, proprio su questo tema naturalmente, ma al momento non ho ancora provato una ricetta. Per tempo, per noia o perché mi manca l’input.
    Però i tuoi mettono voglia di provare, soprattutto se serviti su quella splendida tovaglietta.
    I centrini dell’altra volta non li trovo affatto demodè, anzi, sono belli ed eleganti e fanno sempre la loro figura. Avrai capito che amo uncinettare.
    Baci.

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Ma sai che io come te non avevo mai avuto l’input…beh, credo che ora li farò Mooolto più spesso!
      Una volta provati, non si torna indietro, son troppo buoni! 😉
      Anche io amo i centrini, e questo è il regalo di una cara amica <3
      Ancora grazie, un bacio!

  11. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    28 febbraio 2017

    Si, devo dire che ti ci vedo proprio … del resto anche io mi vedo più in aperta campagna che in città. Addirittura io mi vedo proprio in una casa di contadini, con tanti figli e un enorme camino, dove cuocere pani e dolcetti. E alle 17 ti aspetterei per il “nostro” the. io adoro il the, non so nemmeno io quanti tipi ne ho in dispensa. Spessissimo è il mio “scaldamani” nei pomeriggi di tre stagioni su quattro … buona settimana a te amica e complimenti per questa golosità

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Guarda che vengo, eh?! E poi ricambio…prima da te e poi da me! Preparo questi scoones, che ne dici, li porto?! Credimi sono una favola….da fare quanto prima!
      Non parliamo di tipologie di tè…mi sa che ti batto, Gabriella me ne dà tantissimi da provare, senza contare quelli che compro in autonomia e che mi regalano, sapendo che li amo… 😉
      Bacione e grazie

  12. Leave a Reply

    Imma
    28 febbraio 2017

    Ma lo sai amica mia che ho questa sensazione anch’io:-))??Io credo di essere vissuta all’epoca di Jane Austen con i lori giardini, le loro feste e il loro momentomagico del tè e questi scones tesoro mi riportano proprio in quella atmosfera magica!Sono cosi golosi cara e anche il tè è uno spettacolo!!!Bacioni,Imma

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Si cara Imma, ne parlammo anche tempo fa…molto simili nei gusti e nelle sensazioni noi due, oltre che amiche di vecchia data, ormai…
      Due signore d’altri tempi, insomma, ahahahah
      baciotto grande e…apparecchio per il tè, vieni?! Ti aspetto! Siamo in tante… 😉

  13. Leave a Reply

    Mimma Morana
    28 febbraio 2017

    magica!!! sei magica nell’abbinamento di profmi e sapori…immagino, al morso, la goduria di questi scoones, della marmellata di pere e poi..un sorso di profumatissimo tè….ok..mi prenoto, prima o poi, per un tè insieme !!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Gli abbinamenti li scegliamo insieme io e Gabriella, l’esperta è lei…diciamo che siamo un po’ la mente e il braccio…però devo dire che generalmente tutto viene alla grande…
      Prenotati pure io ti aspetto con immenso piacere amica mia!

  14. Leave a Reply

    zia consu
    27 febbraio 2017

    Probabilmente anch’io mi vedrei bene in un cottage come quello 😛 piuttosto che in una grande e caotica città…cmq sai che i scoones non li ho mai provati nè assaggiati??? Mi hai proprio incuriosita!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Eh no, un’abile panificatrice e bravissima in cucina con impasti & co (quale sei tu)…deve assolutamente provare questi dolcetti!
      Sono una meraviglia, credimi…uno tira l’altro 😉
      Bacione grande e buona giornata

  15. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    27 febbraio 2017

    Ti do pienamente ragione, neanche io mi vedo in estremo oriente o occidente ma proprio nella campagna inglese a sorseggiare un buon te come il tuo, leggere un libro della cara Jane Austen davanti ad un bel cottage è sempre stato l’altro mio profilo😍 Ottimi i tuoi i tuoi scoones

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Grazie cara, vedo che siamo simili e non siamo le sole!
      Grazie, ti offro virtualmente una bella tazza di tè ed un buonissimo scoone, chissà mai che prima o poi si riesca a farla dal vivo questa merenda delle cinque 😉
      Bacione amica mia

  16. Leave a Reply

    Melania
    27 febbraio 2017

    Simo non preparo gli scones da un sacco di tempo. Ricordo di averli preparati molto tempo fa, la ricetta stava in un libro che avevo appena comperato. E comunque, mi vedo anch’io una donna di qualche secolo fa. Dove tè e biscotti venivano serviti tutti i pomeriggi, accompagnati da chiacchiere e dolci sorrisi.

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 febbraio 2017

      Ahahaha allora non sono la sola ad anelare ad un certo tipo di vita…ma si, dai che qualche giorno “ci troveremo come le star…a bere del tè”…non al Roxy bar però!, eheheheh 😉
      Chi lo sa, magari prima o poi ci sarà un’occasione per vederci e sorseggiarlo insieme, chi lo sa…
      Bacioni

  17. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    27 febbraio 2017

    Ohhhhhh Simo questi li provo!!! adoro gli scones e ora che mi ci hai fatto pensare mi sono resa conto che è un secolo che non li faccio. Beh anche io ci avrei fatto volentieri colazione

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 febbraio 2017

      Li devi assolutamente provare…poi non smetteresti mai di mangiarli, sono fantastici!
      Un abbraccio

  18. Leave a Reply

    Ely
    27 febbraio 2017

    Simo mia… sì, adoro anche io ogni tipo di te. E il té rosso è uno dei più profumati e aromatici. Capisci perchè ora sto sognando di fronte a questa ricettina fantastica? 😀 <3 Mamma mia.. e che foto avvolgenti. Dai proprio un attimo di respiro e di tenerezza… mi immagino di dividere con te uno di quei pomeriggi lieti in compagnia di una amica cara.. sei unica!!!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 febbraio 2017

      Certo che lo capisco, e cosa darei per averti un attimo qui con me, a gustare un delizioso tea time pieno di chiacchiere e cose belle…
      …ma prima o poi succederà, io lo sento sai?!
      Bacione stella <3 tvb

  19. Leave a Reply

    damiana
    27 febbraio 2017

    Io nelle brughiere a struggermi d’amore😂😂Sono di quell’epoca anch’io…Quindi in Cornovaglia con i tuoi scones nel cestino,vengo a farti compagnia,ma solo se accetti di fare un giro in moto.Gia’ amica mia…In me alberga sia Catherine che Sandy,romanticismo e trasgressione,insomma la contraddizione più pura.Magari un giorno te lo racconterò dinanzi ad un the così delizioso😘

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 febbraio 2017

      ahahaha allora ci troviamo ai nostri cottage, vicine vicine, sorseggiando tè e mangiando scoones…che sogno micuzz! Magari!
      E per la moto, beh, uhm…non è che sia troppo una centaura io!
      Ti aspetto x le cinque, puntuale non mancare!
      baci

  20. Leave a Reply

    Serena
    27 febbraio 2017

    In questo ipotetico cottage c’è posto per una persona in più? Non so fare gli scones (ho provato tante volte, ma non mi sono mai usciti cicciotti come i tuoi), ma ti darei grande soddisfazione nel mangiarli…

  21. Leave a Reply

    Elisa Cecilia
    27 febbraio 2017

    Ahahah Simo, si, in un’altra vita passata siamo state tutt’altra cosa di quello che siamo adesso. Altrimenti come si spiegano i sogni che coltiviamo? Io ho sempre desiderato una fattoria con 5 figli, tanti animali, orto, frutteto, e una dispensa piena di ogni ben di Dio per sfamare, famiglia e eventuali visitatori. Il tuo tè e keemun con crema di formaggio sono una meraviglia. Oggi passo da te per le 5. Ok? Buon inizio settimana. Un abbraccio e un bacio grande. 🌞❤

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 febbraio 2017

      Allora non sono solo io a fare i sogni ad occhi aperti, eh?! ;)…ma si, sognare fa bene, ridiamoci su ed accettiamo il presente e la vera realtà della nostra vita col sorriso e…con un buonissimo scoones, che non guasta ahahahaha
      Bacio e…ti aspetto, non mancare!

  22. Leave a Reply

    Ivana
    27 febbraio 2017

    Ciao Simo, non ho mai realizzato gli scoones, mi hai incuriosito parecchio!!
    Devono essere molto molto buoni, very british… Da fare sicuramente. Un mega bacione e buona settimana

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 febbraio 2017

      E’ stata la prima volta anche per me…mangiati si, ma fatti mai e, credimi, è super facile e sono super buoniiiiii
      Baciotto a te e buon inizio

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Il Miele