Pudding di riso al Tè Matcha e mandorla, con sciroppo alle bacche di Goji e zenzero, per la rubrica In cucina con il tè

Oggi, per l’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”, voglio, insieme a Gabriella dello Chà Tea Atelier che partecipa con me a questa avventura, proporvi un dolce insolito, molto particolare ma nell’insieme goloso, profumatissimo e dai sapori stuzzicanti e originali.
Ammetto che quando lo abbiamo pensato con Gabriella, ero un po’ titubante sulla sua realizzazione, non essendo comunque un dolce che rappresenta il mio tipo di cucina (che rimane solitamente molto più classica e tradizionale); le sfide però mi piacciono, scoprire nuovi gusti ed accostamenti mi interessa sempre e così ho provato.
Beh, il risultato mi ha pienamente soddisfatta, anzi devo dire che ha particolarmente soddisfatto mia figlia, che appena tornata da scuola se ne è bellamente spazzolata una coppa per merenda, con immenso piacere!
Questo pudding potrebbe essere l’evoluzione etnica del classico risolatte della tradizione lombarda, dolce che tanto amo ed ho amato, e che mi ricorda la mia adorata nonna Gina, che me lo preparava spesso per merenda, d’inverno nelle giornate fredde.
Qui al posto del latte intero, ho utilizzato una bevanda vegetale alla mandorla, ho aromatizzato con spezie profumate e con del Tè Matcha; ho poi realizzato uno sciroppo a base di zucchero di canna, bacche di goji e zenzero cristallizzato che lo ha definito e personalizzato ancor di più.

 

 

Passo la parola a Gabriella per illustrarvi il Tè che abbiamo utilizzato: il famosissimo e profumato Tè Matcha

 

 

 

chà tea atelier logo

 

Il tè Matcha è un tè verde in polvere finissima ottenuto dal Gyokuro. 
Proviene dalla prefettura di Aichi, dove la coltivazione del tè risale al 1200; questa zona produce i migliori Matcha del Giappone.
Da secoli è tradizionalmente utilizzato nella Cha No Yu, la bellissima cerimonia del tè nipponica.
Una tazza di tè Matcha, disciolto in acqua utilizzando il tradizionale frustino in bambù (il chasen), contiene una maggiore quantità di composti fenolici antiossidanti, rispetto ad una tazza di tè preparata per infusione: un vero alleato della salute.

Preparazione: circa 1 grammo (la quantità contenuta sulla punta del chasaku) nella ciotola. Versare l’acqua e mescolare energicamente con il frustino di bambù fino ad ottenere una schiuma in superficie, la famosa “spuma di giada”.

Temperatura dell’acqua 70°- 75
Dosaggio 1 grammo per una tazza da matcha di acqua

 

 

 

Print Recipe
Pudding di riso al Tè Matcha e mandorla, con sciroppo alle bacche di Goji e zenzero
un dolce insolito, dalla consistenza e sapori molto particolari, ma da provare quanto prima!
Tempo di preparazione 10 minutes
Tempo di cottura 25 minutes
Porzioni
2 persone
Ingredienti
per il pudding
  • 70 g riso Roma, o comunque dal chicco fino o semi-fino
  • 320 g bevanda alla mandorla vegetale
  • 1 cucchiaio scarso tè Matcha
  • 50 g acqua naturale
  • 1 pizzico cannella in polvere, abbondante
  • 1 pizzico vaniglia bourbon in polvere, abbondante o i semi di mezza bacca di vaniglia fresca
  • 1 cucchiaio zucchero di canna
per lo sciroppo
  • 3 cucchiai acqua naturale
  • 1 cucchiaio abbondante bacche di goji
  • 1,5 cucchiai zucchero di canna
  • alcuni pezzetti zenzero cristallizzato (qualche cm)
per decorare
  • q.b mandorle in scaglie, leggermente tostate in un pentolino
Tempo di preparazione 10 minutes
Tempo di cottura 25 minutes
Porzioni
2 persone
Ingredienti
per il pudding
  • 70 g riso Roma, o comunque dal chicco fino o semi-fino
  • 320 g bevanda alla mandorla vegetale
  • 1 cucchiaio scarso tè Matcha
  • 50 g acqua naturale
  • 1 pizzico cannella in polvere, abbondante
  • 1 pizzico vaniglia bourbon in polvere, abbondante o i semi di mezza bacca di vaniglia fresca
  • 1 cucchiaio zucchero di canna
per lo sciroppo
  • 3 cucchiai acqua naturale
  • 1 cucchiaio abbondante bacche di goji
  • 1,5 cucchiai zucchero di canna
  • alcuni pezzetti zenzero cristallizzato (qualche cm)
per decorare
  • q.b mandorle in scaglie, leggermente tostate in un pentolino
Istruzioni
  1. In un pentolino mettere a scaldare la bevanda vegetale con l'acqua e lo zucchero, aggiungere il tè matcha e miscelarlo con l'aiuto di una frusta, facendo attenzione a non formare grumi; unire la cannella e la vaniglia e portare quasi ad ebollizione.
  2. A questo punto unire il riso, abbassare leggermente la fiamma e cuocere come se fosse un risotto o un risolatte, sempre mescolando pian piano; deve cuocere per circa 20-25 minuti; qualora si dovesse asciugare troppo, unire un goccio di bevanda alla mandorla (la consistenza finale deve essere quella di un risotto all'onda).
  3. Intanto in un pentolino antiaderente, aggiungere acqua e zucchero di canna; accendere la fiamma e caramellare leggermente, unendo le bacche di goji e lo zenzero cristallizzato fatto a dadini piccolissimi, di circa mezzo cm. Una volta che lo sciroppo ha raggiunto una consistenza morbida ma non densa, abbassare la fiamma e tenere in caldo sino al momento di decorare il pudding.
  4. Versare il riso in due coppette (io ho usato quelle da aperitivo, mi piaceva l'idea, ma vanno bene di qualsiasi forma...potrebbero essere anche delle piccole tazze da te, ad esempio!) e versare in superficie lo sciroppo con le bacche di Goji e lo zenzero; finire il tutto con una spolverata di scaglie di mandorla leggermente tostate e servite subito. Ottimo ben caldo e anche tiepido, ma non freddo.

 

 

 
Io l’ho preferito tiepido: lo sciroppo deve rimanere ancora abbastanza liquido e nappante in modo da avvolgere il pudding e così, quando ne predete una cucchiaiata, sarete colpiti dalla fusione di tutti i sapori e le consistenze dell’insieme.
Provatelo e mi darete ragione!

Per qualsiasi info o per acquistare il Tè Matcha, potete rivolgervi a Gabriella, andando personalmente a trovarla nel suo Atelier di Milano in via Marco d’Oggiono, oppure anche ordinandolo on-line

Ora vi saluto, siamo già in un battibaleno arrivati a venerdì e anche quasi a fine mese, mamma mia, ma il tempo come vola in fretta?! Ci vorrebbero giornate di 48 ore, non smetterò mai di dirlo….
Buon week end, un abbraccio a tutti!

image_pdfimage_print

Comments

  1. Leave a Reply

    Ivana
    31 gennaio 2017

    Questa ricetta è davvero intrigante e mi stuzzica molto, da fare sicuramente… baciotto

  2. Leave a Reply

    Francesca P.
    29 gennaio 2017

    Tu sai quanto aspetto sempre questa rubrica e ogni appuntamento ha un’idea così nuova! Adesso il pudding al tè, per di più il matcha che adoro! Mi hai fatto venire voglia di preparare anche un risotto vero, per cena… 😀
    Il tocco di rosso delle bacche ci sta benissimo, sembrano pomodori secchi come impatto cromatico, ehehe!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      30 gennaio 2017

      Grazie stella! Sono contenta che questa ricetta così particolare ti sia piaciuta…
      Quelle bacche, insieme allo sciroppo, oltre a dare un tocco meraviglioso di colore ed allegria, conferiscono un sapore ed un profumo meraviglioso!
      Un abbraccio e buon inizio settimana <3

  3. Leave a Reply

    Claudia
    28 gennaio 2017

    Non ho mai mangiato un pudding.. sarei curiosa di assaggiare il tuo..sembra delizioso!!!! :-* baci e buon sabato!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 gennaio 2017

      E’ una sorta di risolatte, questo un po’ particolareggiato e dal gusto speciale 😉
      Baciotti e buon sabato a te cara

  4. Leave a Reply

    zia consu
    27 gennaio 2017

    Questo pudding è davvero fantastico e immagino che abbia un sapore molto particolare..che darei x l’assaggio 😛
    Bravissima Simo e felice we <3

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 gennaio 2017

      Si, è molto particolare l’insieme di tutti i sapori…in effetti è da provare, è un dolce un po’ fuori dagli schemi, ma ogni tanto bisogna anche osare no?!
      Bacioni cara!

  5. Leave a Reply

    Silvia Brisi
    27 gennaio 2017

    Interessantissima proposta!! Amo i pudding, questo al the matcha è davvero sfizioso!!
    Buon we Simo, un bacione!!

  6. Leave a Reply

    Elisa Cecilia
    27 gennaio 2017

    Uh! Simo, sono meravigliose queste coppette. Il contenuto deve essere molto gustoso se Aury se lo è spazzolato in un batter d’occhio. Idea sfiziosa, davvero. Buon fine settimana a tutti voi. Un bacione. 🌻😁

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 gennaio 2017

      Ahahahah Aury come ben sai si mangerebbe anche le gambe del tavolo, quando torna da scuola…poi lei è amante di questi gusti un po’ nuovi e inconvenzionali, ah…questa gioventù…
      Baciotto e buon fine settimana cara!

  7. Leave a Reply

    edvigee
    27 gennaio 2017

    Veramente ottimo copiata la ricetta ho tutti gli ingredienti meno il goji non posso usarlo interferisce con dei medicinali che prendo ma sarà buono lo stesso. Buona fine settimana.

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 gennaio 2017

      Certo cara, provalo con quello che hai…praticamente è una sorta di risolatte al tè matcha, nello sciroppo usa solo zucchero, zenzero e un pochino di succo d’arancia al posto delle bacche di goji…poi dimmi, ok?!

  8. Leave a Reply

    Natalia
    27 gennaio 2017

    Che ricetta deliziosa. Già il solo fatto di cuocere il riso nella bevanda alle mandorle mi piace tanto. Non so il The matcha che sapore abbia perché non l ho mai provato ma la ricetta mi incuriosisce tanto e mi invoglia a provarlo.
    Baci

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      28 gennaio 2017

      Si, è una sorta di risolatte di ispirazione etnica…se ti capita, provalo…e se non hai il matcha prova anche senza, è comunque speciale.
      Un baciotto!

  9. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    27 gennaio 2017

    Confesso che il thè matcha non mi ha molto convinto quelle volte che l’ho assaggiato. Anche per me il risolatte è un confort food che mi ricorda quando ero piccola, la mia nonna però lo chiama “il riso nel latte”. Quasi quasi lo provo senza thè matcha ma assolutamente con lo sciroppo che deve essere davvero delizioso

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 gennaio 2017

      Provalo, magari fai così….metti un pizzico solo di matcha, e segui la ricetta alla lettera…poi mi dici! 😉
      Un bacione e…viva il risolatte, ahahaha a me piace chiamarlo col suo vero nome, dai

  10. Leave a Reply

    Serena
    27 gennaio 2017

    Effettivamente è un dessert molto diverso da quelli comfort che proponi in genere, ma lo hai presentato così bene che, anche se preferisco otre e biscotti rispetto ai dolci al cucchiaio, anche questo è davvero invitante

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 gennaio 2017

      Devo ammettere Sere che quell’altro genere di dolci rimane più nella mia comfort zone, ma ogni tanto sperimentare nuove idee è sempre bello e piacevole, soprattutto se hai in casa una figlia che adora il matcha all’ennesima potenza, ehehehe 😉
      Bacioni

  11. Leave a Reply

    lisa fregosi
    27 gennaio 2017

    Il matcha l’ho comprato e utilizzato ma devo ammettere che non mi piace molto… questi pudding invece sono davvero invitanti!
    Bella rubrica!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      27 gennaio 2017

      A me piace, ma con moderazione: mia figlia ne va matta e quindi, di fronte a questi pudding, ha fatto i salti di gioia!
      Ti assicuro comunque che con le spezie, lo sciroppo e la mandorla, i sapori si sposano tutti insieme che è una meraviglia….
      Un abbraccio e grazie!

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Il Miele