Risotto ai cuori di carciofo, robiola e pepe rosa

risotto ai cuori di carciofo robiola e pepe rosa

Qualche giorno fa ero un po’ in crisi, anche un po’ arrabbiata con me stessa, ecco!
Come ogni volta, arrivo alle stesse conclusioni, ogni volta mi ripropongo di cambiare atteggiamento verso me stessa e le persone che mi circondano, ma poi ….zac!
Ecco che ci ricasco in pieno come una bella pera cotta.
E si che me lo ripeto ormai da troppo tempo: “Impara a non avere troppe aspettative: il rischio è quello di rimanere inevitabilmente delusa!”
Inutile, va sempre a finire allo stesso modo…
Io che dò tutta me stessa senza se e senza ma, in maniera totale e totalizzante…per poi arrivare sempre alla solita conclusione…che come al solito il mio è un dare a senso unico.
Debbo imparare a non crearmi aspettative…tutto quello che verrà sarà ben accetto. E se non arriverà nulla…beh, almeno non ci sarò rimasta male inutilmente!
Perdonate le mie riflessioni così a ruota libera, ma del resto questo è il mio spazio e che ci volete fare, ogni tanto ho voglia e bisogno di sfogarmi un po’.
Quando sto così, mi viene voglia di qualcosa di confortante, caldo, buono e appagante: si, mi viene voglia di risotto!
Le mie radici lombarde e ruspanti in questi momenti emergono prepotentemente, facendomi prediligere questo piatto ad altri…dai sfido chiunque a non amare un piatto così, come questo risotto ai cuori di carciofo, robiola  e bacche di pepe rosa..!
Non è tradizionale, anzi, un po’ insolito, ma cremoso, delicato e di carattere al contempo…insomma è da provare…

 

collage risotto

Cocotte in ghisa smaltata Le Creuset linea Evolution

 

A noi è piaciuto un sacco (figlia a parte che non ama particolarmente questo ortaggio, ma come ben sapete spesso con lei è una battaglia persa in partenza!) e devo dire che, essendo molto ricco, ci ha saziato e soddisfatto alla grande.
Io ho usato i cuori di carciofo presi all’Esselunga…da buona pigrona quale sono, comprandoli al mercato avrei dovuto pulirli, spinarli, etc., lì invece li ho scovati già puliti e privati delle foglie esterne e delle punte al reparto verdura, e non me li son lasciata scappare…se siete ancora più pigri della sottoscritta, oppure arrivate tardi dal lavoro ma avete comunque voglia di un primo speciale, potete anche utilizzare quelli surgelati, che non sono niente ma niente male!
Insomma qualche scorciatoia ci sta, no?!

 

 

IMG_9158-1

 

E che dire della robiola?!
Io la adoro…ho scoperto che anche in versione “dolce” è assolutamente squisita, insomma nel mio frigo una piccola vaschettina non manca mai, proprio per essere sempre pronta ad arricchire qualche piatto inventato lì per lì!
Vabbè, è il caso ora che passi alla descrizione della ricettina, facile facile come sempre tutte quelle che la Simo vi propone….ok, siete pronti?!

 

 

Risotto ai cuori di carciofo, robiola e pepe rosa
Write a review
Print
Ingredienti
  1. per 4 persone
  2. 300 g riso carnaroli
  3. 1 litro circa di brodo vegetale
  4. 70 g robiola
  5. 3 carciofi
  6. mezzo bicchiere di vino bianco secco
  7. 1 piccolo cipollotto
  8. 1 cucchiaino di pepe rosa in grani
  9. 2 cucchiai olio d'oliva
  10. 1 limone
Preparazione
  1. Pulire i carciofi ed ottenerne solo i cuori più teneri, eliminando le foglie esterne più dure e tutte le punte; dividere ogni cuore prima a metà e poi ancora in quarti, lasciandoli un attimo immersi in acqua con del succo di limone.
  2. In una casseruola (la mia in ghisa smaltata, perfetta per questo tipo di cotture!) versare l'olio e il cipollotto finissimamente tritato, rosolandolo un pochino e facendo attenzione a non bruciacchiarlo.
  3. Unire i cuori di carciofo ben scolati ed asciugati, poi cuocerli per alcuni minuti, aggiungendo qualche cucchiaio di brodo caldo se serve per non farli attaccare, regolando con un pizzico di sale.
  4. Unire il riso e tostarlo alcuni minuti, sfumando poi con il vino bianco; pestare col mortaio alcuni grani di pepe rosa ed unirli al tutto; controllare ancora se aggiungere sale, poi iniziare ad aggiungere brodo caldo, mescolando sempre fino alla completa cottura del risotto.
  5. Una volta spenta la fiamma, mantecare il risotto con la robiola, mettere il coperchio e lasciar riposare alcuni minuti, poi impiattare e servire con ulteriore spolverizzata di pepe rosa pestato al mortaio e servire caldissimo.
pensieri e pasticci http://www.pensieriepasticci.ifood.it/

 

IMG_9155-1

 

 

Così… se avete magari bisogno di consolarvi o coccolarvi un po’ come è stato per me, basta impiattare una bella porzioncina di risotto in una tazza, accoccolarvi sul divano avvolti in una morbida e soffice copertina, accendere una candela profumata, poi un po’ di musica e gustarvelo in santa pace, yes!

Forse è una maniera un po’ insolita per coccolarsi, ma credetemi, aiuta.
Provate…e poi fatemelo sapere…

…io intanto vi saluto, tornando ad essere la solita Simo forse ingenua e disillusa, ma sempre e comunque se stessa.
Un abbraccio, alla prossima

08E2796ECBC9AA89D26349E6FB14FA4C

image_pdfimage_print

Comments

  1. Leave a Reply

    Mila
    24 febbraio 2016

    Non so se è perchè si avvicina l’ora di pranzo, ma questa ricettina è troppo invitante. Robiola e carciofi!!! Che fame!!!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      24 febbraio 2016

      ehehehe…si, è un connubio che, anche col tocco del pepe rosa, ti conquisterà!
      Buon appetito allora… 😉

  2. Leave a Reply

    Ivana
    23 febbraio 2016

    Che spettacolo questo risottino, delicato, semplice e leggero, proprio come piace a me… a che ora passo domani per il pranzo??????
    Un bacione grande

  3. Leave a Reply

    Melania
    23 febbraio 2016

    Lotto anche io ultimamente. Il tempo sembra passare troppo in fretta che già è domani ed io a fatica sto ancora aggrappandomi all’oggi. Però alla fine mi dico che tutto questo correre fa parte di me. Diversamente non sarei io.
    Non sarei io neppure se non prendessi uno dei tuoi meravigliosi dolcetti.
    Un abbraccio forte tesoro

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      23 febbraio 2016

      beh, su questo hai ragione…in effetti anche per me è così…
      I dolcetti son qua, puoi prenderne quanti ne vuoi, io te li offro volentieri, anzi….metto su il caffè?!
      Un abbraccio grande anche a te <3

  4. Leave a Reply

    Elisa Cecilia
    21 febbraio 2016

    Oh! Simo, questo è un risotto da svenimento! E tu, anche se hai imboccato una scorciatoia, sei una grande chef e una simpaticissima donna, perché sai sfogare il malumore con grazia. Brava! Un mega bacio. 🙂

  5. Leave a Reply

    speedy70
    20 febbraio 2016

    Brava Simona, ho un debole per i risotti… raffinato e delizioso carciofi e robiola, ottimo!!!1

  6. Leave a Reply

    tizi
    19 febbraio 2016

    simo io penso che a credere nelle persone, dare loro fiducia, a pensar bene insomma, si rischi sempre di restare delusi. però è proprio la fiducia negli altri, l’ottimismo, la voglia di mettersi in gioco che rendono una persona speciale… mi sistemerei volentieri accanto a te sul divano per gustare questo delizioso risottino e fare quattro chiacchiere… mi limiterò a mandarti un abbraccio e augurarti buon fine settimana!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      20 febbraio 2016

      Mah…hai ragione però ogni giorno tocco con mano questa cosa e credimi…ci rimango sempre così male, ma così male…vabbè…
      Un bel risottino in tua compagnia me lo gusterei volentieri…un abbraccio e buon we anche a te!

  7. Leave a Reply

    Susanna
    19 febbraio 2016

    Ecco Simo, praticamente immagina il tuo risotto impiattato e pronto fumante domani a pranzo, qui da noi 😉 Adoro tutti gli ingredienti che hai proposto e dunque è fatta.
    Perdona, piccola nota sulle tue considerazioni amare: più che non avere aspettative (una possibilità bisogna sempre darla, a volte le persone cambiano) si tratta piuttosto di conoscere meglio coloro con cui abbiamo a che fare. Ci si prova, no?
    Un abbraccione e buon fine settimana
    Susanna

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      19 febbraio 2016

      Siiii
      che bello dai me lo immagino certamente ma…immagino anche me a tavola con te! Sarebbe bellissimo…dai apparecchia che arrivo io col pentolone bell’e pronto 😉 ci stai?!!!?
      Grazie anche per il consiglio di vita…terrò a mente. faccio tesoro di tutto, io…
      Un bacione e buon we

  8. Leave a Reply

    Luisa-mamilu
    18 febbraio 2016

    Ciao Simo purtroppo anch’io sono come te e ci rimango male e mi dico che dovrei diventare moltooooo menefreghista…ma non è nel mio carattere uff! Oggi ho preso i carciofi all ‘Esselunga eh eh ma belli spinosi e devo ancora pulirli…questo risotto è davvero perfetto, prossimo giro te lo copio non ho mai usato un formaggio fresco nel risotto, sicuramente da provare…in frigo intanto ho un risotto al radicchio avanzato e domani lo farò al “salto”, un modo che adoro anche così di gustare i risotti ;)! Buona serata baci Luisa

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      19 febbraio 2016

      eh….ma non è facile, lo so bene. La nonna Gina (mitica) diceva che chi nasce quadro non muore tondo!
      Vabbè…
      Adoro anche io il risotto al salto, purtroppo a casa mia avanza quasi raramente, proverò a farne di più apposta… 😉
      Un bacione e buon we

  9. Leave a Reply

    Valentina
    18 febbraio 2016

    Amica mi dispiace leggerti amareggiata e ti capisco perfettamente, lo sai.. io sono come te.. e ti dico sempre che è difficile cambiare, ci provo ma non ci riesco mai!!! Però lo sai che ti dico? Tutto il bene che diamo torna indietro, tutto il cuore che ci mettiamo torna indietro… fidati!! Dobbiamo solo imparare a non esagerare soprattutto con chi non merita 😉 Tesoro questo risotto deve essere speciale, ho finito di cenare ma mi hai fatto venire l’acquolina! Bravissima come sempre, un abbraccio grande grande TVB <3

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      19 febbraio 2016

      Si…siamo similissime noi due…
      Io spero che tutto torni, sia il bene che il male, poi il Buon Dio vedrà lui che fare… 😉
      Un bacione stella, grazie per le tue parole e tvb anche io lo sai… <3 <3

  10. Leave a Reply

    Alice
    18 febbraio 2016

    anche io sono una gran pigrona ed i carciofi me li faccio sempre pulire dal fruttivendolo al mercato, ma l’idea della robiola mi piace troppo non l’ho mai provata nel risotto, sa di cremosissimo!
    baci
    Alice

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      19 febbraio 2016

      La devi provare assolutamente cara, ti garantisco che è super…e in questo caso stempera un po’ il forte del carciofo…col pepe rosa è perfetta 😉
      Bacione e buona giornata

  11. Leave a Reply

    Emanuela
    18 febbraio 2016

    Che bello questo risotto e non so se lo sai, ma adoro preparare i risotti….ma come faccio? qui i carciofi sono sempre brutti e costosi! Complimenti, brava come sempre!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      19 febbraio 2016

      ….prova con i cuori surgelati….hai meno scarto e più soddisfazione 😉
      Un baciotto e grazie di cuore

  12. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    18 febbraio 2016

    Simoooo dai su, tu sei la mia roccia lombarda 🙂 anche io adoro i risotti, da romagnola non lo dovrei dire ma lo preferisco alla pasta. I miei preferiti sono con funghi o carciofi quindi qua sfondi una porta aperta.

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      18 febbraio 2016

      ahahaha grazie cara, ma non sono triste, solo un po’ arrabbiata e sconsolata…perchè ho sempre troppe aspettative e ci soffro troppo ogni volta, vabbè…cambierò?! Chissà…la vedo dura…
      Tu prova intanto questo risotto e poi dimmi!
      Ahahaha grazie per la roccia lombarda, ma io non mi sento affatto così! Bacione

  13. Leave a Reply

    Ale _ Dolcemente Inventando
    18 febbraio 2016

    Mia cara Simo, sarai forse ingenua e disillusa ma tu a me piaci così, perché sei te stessa, non permettere a nessuno di farti cambiare….quanto al risotto è strepitoso e vorrei provarlo, adoro il pepe rosa, un po’ meno i carciofi!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      18 febbraio 2016

      ahahaha grazie cara, terrò a mente le tue parole…rido perchè me la canto da sola, poi però non riesco neppure a cambiare di una virgola il mio atteggiamento! Un bacione

  14. Leave a Reply

    SABRINA RABBIA
    18 febbraio 2016

    quanto ti capisco cara, capita anche ogni giorno a me ma non riesco a non essere me stessa!!!Che risotto super, lo faro’ di sicuro!!!Baci Sabry

  15. Leave a Reply

    Virginia
    18 febbraio 2016

    Ti capisco perfettamente xchè sono fatta proprio come te, non so dire di no a nessuno, faccio salti mortali per tutti e poi??? Il nulla quando ho bisogno io di qualcosa…lasciamo stare!!! Parliamo di questo risotto buonissimo, immagino la cremosità e la dolcezza, fame io ;-)!!!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      18 febbraio 2016

      …siamo in tante, vedo… 🙁 …stessa cosa per me….
      Godiamoci una bella tazza di risotto va…ti assicuro che è terapeutico, sai?! Bacione

  16. Leave a Reply

    Claudia
    18 febbraio 2016

    Son quei risotti che tanto piaccionoa me.. semplici.. cremosi.. genuini.. gustosi!!! e brava la mia amica… :-*

  17. Leave a Reply

    Su
    18 febbraio 2016

    leggo i post un pezzo qua e uno là e vedo ora il preambolo…
    Certo essere senza aspettative è la migliore strategia, forse pensandoci prima “posso essere senza aspettative se faccio questo per Tizio?” si arriva ad essere anche più selettivi verso le persone per le quali si fanno delle cose. Sembra un discorso un tantino egoista ma se ci pensi è solo molto sincero.

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      18 febbraio 2016

      Guarda apprezzo le tue parole, sto cercando davvero una strategia per rimanerci meno male…quello che io vorrei imparare a fare è riuscire a dare incondizionatamente e non aspettarmi nulla dagli altri soprattutto quando ho bisogno io…perchè questo non avviene quasi mai, ed alla fine è questo l’atteggiamento che mi fa soffrire maggiormente….

  18. Leave a Reply

    Su
    18 febbraio 2016

    Ottimo Simona. Non avevo pensato di aggiungere un formaggio delicato per sostituire il burro nella mantecatura del risotto, proverò con la robiola di capra che prendo vicino a casa. Anch’io compro a volte i cuori di carciofo, dato che spesso sono più sodi e belli di quelli nel reparto verdure, quelli surgelati non li ho mai provati. Mi piace anche il pepe rosa nel tuo risotto. Ne avessi una ciotolina ora!

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      18 febbraio 2016

      Secondo me con la ricotta di capra viene ancora più buono e gustoso…prova e poi dimmi! Io qualche volta ho provato i cuori di carciofo surgelati in altre preparazioni, soprattutto se vado di fretta e devo dire che non sono niente male anch’essi…certo che quelli freschi sono tutta un’altra cosa!
      Bacione grande e grazie per la graditissima visita!

  19. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    18 febbraio 2016

    Mi piacciono sempre molto i tuoi risotti ed anche questo deve essere squisito,mai provato con il carciofo . La lezione di cui parli dovremmo impararla in molti….ma le delusioni ahimè sono dietro l’angolo,dobbiamo armarci di santa pazienza e di quintali di passione…. vera soddisfazione !!!

  20. Leave a Reply

    ziaConsu
    18 febbraio 2016

    Anche x me il risotto è un cibo confortante che sa coccolarmi a dovere nei momenti che mi sento un po’ giù..stavo giusto scrivendo le stesse cose nel post che uscirà oggi..più in sintonia di così 😛
    I carciofi li ho ripresi a mangiare da 3 settimane dopo anni di pausa a causa di una brutta intolleranza e con i tuoi abbinamenti devono essere deliziosi 😛
    Buona giornata e non farti rovinare l’umore da persone che non lo meritano ^_*

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      18 febbraio 2016

      …ecco vedi, sono contenta!
      Attendo anche io con impazienza il risultato del mio test per le intolleranze, staremo a vedere…
      Grazie di cuore cara un abbraccio

  21. Leave a Reply

    Imma
    18 febbraio 2016

    Tesoro quanto è vero quello che dici…a volte uno da tanto ma perchè sente di farlo ma ogni tanto si avrebbe anche il desiderio di essere ricambiate ma ahimè spesso ci si rimane deluse ma sono certa che anche a novantanni tu non cambierai mai sei troppo generosa e altruista per farlo!!Dalla cucina invece non si rimane delusi mai e questo risotto è una certezza di bontà!!Tvbbbbb,Imma

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      18 febbraio 2016

      eh si Imma purtroppo lo so bene e anche questo mi fa venire un nervoso…vorrei essere diversa ma non ci riesco, mannaggia a me.
      Grazie stella per la tua vicinanza un bacione

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>