Buon anno nuovo…con i consigli di lettura della Simo!

collage libri

In queste feste non è che abbia fatto molto, lo ammetto…intendo dire per il blog…
Ho cucinato si, ma per la famiglia e i parenti; ora non mi resta come sempre che terminare in bellezza, con il pranzo dell’Epifania dove invito a casa mia genitori e suoceri, così per un po’ abbiamo finito e possiamo dedicarci appieno ad una dieta disintossicante e purificante.
Già in questi giorni mi sono preparata delle belle insalate, tipo questa, questa o ancora questa, pubblicate sempre su queste pagine tempo fa, ma sempre attuali, soprattutto quando ci si vuole alleggerire e sgonfiare 😉
Fatto pulizie, giretti, acquisti e un po’ di sano decluttering.
Inoltre ne ho approfittato per leggere un po’.
Si sa, in queste giornate i tempi sono dilatati e si ha voglia di poltrire un po’ di più…quale cosa più bella che farlo accompagnandoci ad una piacevole lettura?! E sapete bene anche che la Simo, nel suo blogghino pasticcione, spesso vi dà qualche ruspante consiglio in merito a quello che le è piaciuto leggere e perchè.
Sta a voi poi dedurre se vi può interessare o meno…
Va da sè, quindi che oggi vi voglio mostrare tre dei libri che ho letto recentemente…uno di cucina, gli altri due romanzi, completamente differenti fra loro, ma altrettanto belli ed avvincenti.
Siete pronti?!

 

versione finale mia cover costa27.indd

 

Come avrete visto dalla foto, il libro di cucina di cui voglio parlarvi è questo di Csaba, Good Food; come ormai saprete, io la adoro, ho praticamente tutti i suoi libri molti dei quali da lei personalmente autografati poichè amo andare alle sue presentazioni e appena posso non me ne perdo una.
Di Csaba mi piace il fatto che il suo modo di cucinare è semplice ed essenziale, privilegia ingredienti sani, semplici e poco elaborati, cercando però in ogni piatto di dare un tocco glamour e di gran classe….anche una semplice insalata o una macedonia, acquistano un particolare nonsochè, presentati e serviti da lei.
Questo libro si discosta un po’ dai precedenti realizzati: qui sembra che si badi più alla sostanza che alla forma, a parer mio; le foto sono comunque sempre meravigliose, però in questo libro il vero protagonista è il cibo, sono gli ingredienti genuini e sani che si fondono a creare ricette “buone” in tutti i sensi, prima di tutto buone per il nostro organismo.
Durante la presentazione di questo libro, una sera a Milano, Csaba stessa raccontò come nacque l’idea di questo tema, good food: in seguito ad un periodo di forte stress, dovuto ad un insieme di problematiche relative al lavoro e ad una conseguente alimentazione disordinata, aveva avuto un piccolo crollo di forma…si sentiva sempre gonfia, faticava a riposare, digeriva con difficoltà…il medico le prescrisse cure ed esami, ma lei stessa capì che la motivazione stava proprio nello stress e nel fatto che non riusciva più ad alimentarsi in maniera sana e regolare; aveva bisogno di fermarsi un attimo e soprattutto di riprendere in mano in prima persona le redini della sua forma, iniziando dal cibo.
Beh, questa svolta alimentare la rimise presto in pista, più forte e vitale di prima, e da questa esperienza successivamente nacquero le ricette che sono riportate in questo libro, suddiviso in capitoli di facile consultazione, con un’ampia parte scritta introduttiva molto ben esplicata e chiara.
Da una sana prima colazione fino alla camomilla della “buona notte”, potrete trovare molte idee anche in merito a pani fatti in casa, ricette senza glutine, ricette alcaline per bilanciare, ricette vegetariane, liquidi per idratare, insomma correte in libreria a sfogliarlo, vi piacerà, ne sono certa.

“Mangiare tutto in modo bilanciato è uno stile di vita: l’unico modo per vivere bene, in pace con la propria anima e il proprio corpo, considerando anche lo stomaco e la gola!”

Csaba

Qui, se vi interessa vi riporto un’ introduzione, presa direttamente dal suo blog

 

 

linganno

 

Il secondo libro di cui vi voglio parlare è questo romanzo, l’Inganno, della mia autrice preferita in assoluto: Charlotte Link.
Quando inizio un suo romanzo, difficilmente riesco a finirlo in più di due giorni; di solito la Link scrive in maniera così avvincente e strepitosa, che ti tiene incollata alle sue pagine, come queste se avessero una calamita.
Anche per questo romanzo è stato così, lo ammetto e quindi mi sento di consigliarlo a chi ama il genere giallo e thriller. Qui sotto una breve trama, tratta dal sito di Corbaccio:

Quando Jonas e Stella Crane ricevono la visita della madre biologica del loro bambino, Sammy, capiscono che stanno per precipitare in un incubo. Il nuovo compagno di Terry è un uomo violento, un manipolatore e di sicuro non è mosso dall’impulso di appagare il desiderio della giovane donna di rivedere il figlio dato in adozione appena nato. Dentro un incubo, invece, si trova già Kate Linville, poliziotta di Scotland Yard, da quando il padre, ispettore di polizia in pensione, è stato trovato brutalmente assassinato a casa sua nello Yorkshire. Kate non si fida degli agenti che si occupano del caso, sa che suo padre nel corso di un’integerrima carriera si è fatto molti nemici fra i delinquenti che ha contribuito ad arrestare, ma tutte le indagini in quella direzione sembrano portare a un punto morto. E nel frattempo una donna viene uccisa nello stesso identico modo. Una donna apparentemente estranea alla vita di Richard Linville…
Famiglie apparentemente estranee l’una all’altra, persone che nulla hanno in comune se non il disperato bisogno di nascondere i lati oscuri della propria vita, finché un assassino che da anni cova un odio feroce non tenterà di unire il loro destino in un mortale disegno di vendetta.
Charlotte Link fa ancora centro con un thriller che lascia col fiato sospeso fino all’ultima pagina e che mostra come la normalità di una vita non sia spesso altro che una facciata che nasconde realtà oscure e inquietanti.

 

Mi chiamano Ada_300X__exact

 

Il terzo romanzo invece è questo di Simona Toma, una rivelazione per me, devo dire: scritto bene, scorrevole, a tratti divertente, a tratti tragicomico, a tratti commovente, quasi disperato, nel mostrare la sua realtà.
Addolorata, (Ada), la protagonista assoluta del romanzo, insieme alla sua scalcagnata famiglia, alla Santa Teresina protettrice della città in cui risiede, vi risulterà subito simpatica, e farete il tifo per lei, nel dipanarsi della storia.
Ve lo consiglio davvero!

Ada è nata ed è sempre vissuta a Lecce. A cinquant’anni, tutto sommato, alla vita non ha molto da rimproverare.
Un marito senza lavoro – un esodato – e consegnato al malumore dalla disoccupazione, due anziane mezze matte in casa, un figlio inconcludente e una figlia ambiziosa ma infelice che vuole diventare avvocato: questo il suo quadro familiare.
Ma lei, a dispetto del suo nome di battesimo, Addolorata, non si piange addosso. Fa la donna delle pulizie e lo fa con passione: è «nata casalinga» e le piace. Ha la semplicità del popolo, ma anche la saggezza che deriva dall’abitudine a fare i conti con la vita. Tuttavia, non è una donna senza sogni. Solo che i suoi sono sogni piccoli, adeguati alle sue possibilità.
E poi c’è Santa Teresina che veglia su di lei, una santa bambina cui sta a cuore la gente semplice. Eppure, qualcosa nella vita di Ada sta per cambiare. Un evento inaspettato, una scoperta sorprendente. Sarà una piccola rivoluzione, ma chi l’ha detto che non porti con sé la chiave della vera felicità?
Un romanzo che ha il tipico sapore del Sud, una storia di grande realismo tutta femminile, che diverte e commuove.

Dal sito Sperling.it

Beh, direi che se vi è venuta voglia di leggere, avrete solo l’imbarazzo della scelta con queste tre proposte, tutte belle, particolari e diverse comunque fra loro, non trovate?
Come sempre le mie semplici recensioni non sono altro che personali pareri in merito alle letture che faccio, magari poi a voi potranno anche non interessare e non piacere…ma questo è il mio spazio pasticcione,ed è bello, fra amici, scambiarsi anche pareri ed impressioni, non lo pensate anche voi?!

Aprrofitto quindi di queste ultime righe per ri augurarvi Buon Anno 2016…il tempo di questi primi giorni non ci ha accolto benissimo, ma fa niente, l’importante è il sole averlo sempre dentro di noi, o no?!
Mi raccomando…positività, sempre!
Un grande abbraccio e alla prossima

08E2796ECBC9AA89D26349E6FB14FA4C

image_pdfimage_print

Comments

  1. Leave a Reply

    Alice
    4 gennaio 2016

    grazie per queste idee che ci regali quel libro di cucina mi attira e la tua recensione mi ha fatto venire ancor più vogli adi averlo, per gli altri aspetterò Babbo Natale è stato prodigo di libri e ora ne ho parecchi da legggere!
    baci e ancora tantissi auguri per un 2016 sfavillante!
    Alice

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Urca allora scatenati con le tue letture! Grazie cara, ricambio di cuore i tuoi auguri e a presto, sperando che magari qualcuno ti regali il libro della Csaba a breve 😉 !!!

  2. Leave a Reply

    elisa cecilia
    4 gennaio 2016

    Eheheh Simo, belle abbuffate ci siamo permesse…ora l’ultimo roud (Epifania) e poi …disciplina seria. Ahahah Nei giorni intermedi ho abbondato con frutta e verdura…buone le tue insalate che ci ricordi….Per i libri mi intrica -L’inganno. Buon 2016 pieno di grandi soddisfazioni. Un bacione 🙂

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Ma eccoti cara! Come stai?!
      Trovo che anche il terzo libro sia perfetto per te, oltre al thriller della Link…lo troveresti una lettura rilassante, divertente, e….ti ci vedo proprio a leggerlo, si!
      Un baciotto e buona serata…dai che presto ci rimetteremo in pista…io inizio anche a desiderare ritmi normali, non così sfasati…le feste dopo un po’ mi disorientano…

  3. Leave a Reply

    Luisa-mamilu
    4 gennaio 2016

    Ciao Simo buon anno anche a te…sono in vacanza dai miei e sto sfogliando proprio in questi giorni il libro di Csaba (per la quale sai che condividiamo lo stesso “amore). Il libro è arrivato in regalo per il mio compleanno a novembre 🙂 e approfitto del relax familiare anche per qualche ricetta detox. Grazie anche per gli altri suggerimenti, apprezzo sempre da parte tua anche questo tipo di post ;). Buona giornata Luisa

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Siii lo so che Csaba piace un sacco anche a te! Cosa ne pensi? Condividi le mie impressioni?
      Son contenta che ti piacciano i post sui libri…del resto il mio blog si chiama pensieri e pasticci, quindi anche qualche riflessione di questo tipo ci può stare, no?! 😉
      Bacione e ancora auguri!

  4. Leave a Reply

    Susanna
    4 gennaio 2016

    Ma grazie cara Simo ed ancora tanti auguri di Buon Anno Nuovo! Il primo libro mi intriga ed è soprattutto una necessità impellente, dopo giorni e giorni di scorpacciate esagerate.
    Non amo molto i gialli e dunque mi ha interessato particolarmente la descrizione che hai fatto del terzo.
    Ed ancora grazie Simo per quello che ci offri con amore e passione sul tuo blog: dalle ricette sfiziose alle letture speciali.
    Un abbraccio Susanna

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Auguri anche a te amica mia cara!
      Allora si, il primo libro è perfetto, come dici tu.
      Se i thriller non ti piacciono…beh, ovviamente scarterai il secondo…ma son sicura che ti piacerà tanto il terzo!
      Grazie per le tue parole…sai che mi scaldano il cuore e sono così importanti per me…
      Ti abbraccio forte amica cara e auguro anche a te un anno sereno pieno solo di cose belle e positive!!!!

  5. Leave a Reply

    Natalia
    4 gennaio 2016

    Che belle proposte. Non conosco la Csaba. Mi incuriosisci tanto!
    Io ho poltrito poco, come ogni anno corro a destra e a manca e arrivo a fine festività che sono stanca morta.
    Bacioni cara.

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Comeeeeee non la conosci?! Scherzi a parte si, dai, è una bravissima food writer italiana, ha scritto moltio libri, fatto trasmissioni in tv…è molto bella fra l’altro…è di Milano, quindi spesso io vado alle sue presentazioni!
      Anche io devo dire che non ho poltrito molto, però rispetto al solito mi sono concessa qualche momento in più di relax…che ci vuole direi 😉
      Bacioni

  6. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    4 gennaio 2016

    Belli e diversi questi tre libri ma come di sicuro immagini la mia curiosità propende sempre per Csaba che anch’io amo tanto,davvero anche una semplice insalata presentata da lei ha tutto un altro fascino,dopo aver letto il tuo parere lo acquisterò di certo! grazie e buon inizio anno a te. a presto.

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Allora cara Ketty non puoi non farti una capatina in libreria per vedere questo nuovo libro della nostra amata Csaba! E’ uno dei più belli, secondo me…poi mi dirai!!! Bacione grande e ancora auguri

  7. Leave a Reply

    Valentina
    4 gennaio 2016

    Tesoro grazie per questo post e per i tuoi consigli!!! Vorrei prendere Good Food e devo dire che leggere la tua recensione e opinione mi ha convinto ancora di più! Siamo ciò che mangiamo, il cibo è fondamentale per stare bene e vivere sani!! Ti abbraccio forte amica, ancora tantissimi auguri per un anno grandioso <3 :**

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Grazie tesoro per essere passata!
      Good food è bello, sempre sullo stile di Csaba ma più semplice, le ricette sono sempre sulla sua linea e stile, ma più improntate all’attenzione verso il buono e il sano. Hai perfettamente ragione sul cibo, anche io come Csaba se esagero col mangiare poi ne risento, eccome….
      Un bacione grande anche a te, ti voglio bene cara!

  8. Leave a Reply

    m4ry
    4 gennaio 2016

    Ciao dolce Simo 🙂 Oggi si ritorna alla normalità…è dura ! Stamattina avevo un sonno allucinante. Vabbè, ce la faremo 🙂 Grazie per queste recensioni ! Brava sei <3

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Mamma mia io stamane li ho ancora tutti a casa, dovrei fare mille cose ma non ci riesco! Aiutoooooo
      Un bacione e grazie a te per essere passata stella <3

  9. Leave a Reply

    Ivana
    4 gennaio 2016

    Cara Simo, come ti ho già detto più volte le tue recensioni sono molto utili e le adoro,anch’io vorrei per primo il libro di Csaba ma anche gli altri due mi intrigano parecchio. Grazieeeeee, un mega bacione

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Son contenta che la mia piccola recensione ti sia in qualche modo servita, è bello fra amiche condividere anche questo! Un grande abbraccio

  10. Leave a Reply

    Imma
    4 gennaio 2016

    Tesoro mio che libri speciali che ci presenti oggi, mi hai incuriosito moltissimo con le tue recensioni e devo dire che fra i due romanzi non saprei cosa scegliere, il libro di Csaba deve essere mio il prima possibileeeee!!TVBBBB,Imma

    • Leave a Reply

      pensieriepasticci
      4 gennaio 2016

      Ciao carissima, sono tre libri che secondo me ti piaceranno. Quello di Csaba si, lo devi avere…fatti una capatina in libreria quanto prima e dagli una sbirciatina 😉
      Il giallo della Link è davvero ricco di suspance e merita davvero…l’altro è molto divertente e si legge in un battibaleno!
      Un bacione grande stella e a presto

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>