Qualche consiglio di lettura e buon fine settimana, che sia all’insegna del relax!

Buon venerdì amici ed amiche!
Come state, tutto bene?!
In questi giorni di riposo diciamo così, forzato, ne ho approfittato per leggere un pò….
Devo dire che ormai il mitico Kindle è diventato un compagno inseparabile…lo trovo comodo e pratico, soprattutto a letto non ingombra e non pesa, quindi appena possibile se trovo un titolo che mi ispira lo scarico immediatamente (sono diventata un’assidua fruitrice delle offerte di Amazon ehehehe…)
Spero quindi possiate gradire questo mio post dove vi voglio illustrare due titoli che mi sono piaciuti particolarmente e che ho da poco finito.
Certo, voi non siete allettati come me, ma in queste seratine autunnali già frizzantine e lunghe, dove magari è piacevole stare accoccolati sul divano sotto la copertina…
….o pensando al prossimo fine settimana, dove ahimè! le previsioni non danno bel tempo…beh, perchè non approfittarne per dedicarci a leggere un pò?!
Io senza la lettura potrei morire…..

Ecco il primo titolo che voglio mostrarvi…

 

 

Bellissimo. Davvero. Commovente, toccante e delicato, scritto davvero molto bene e letto in un soffio.
Va dritto dritto al cuore…

Per essere straordinari non è necessario nascere perfetti.
Matteo ama la pioggia, adora avvertire quel tocco leggero sulla pelle. È l’unico momento in cui è uguale a tutti gli altri, in cui smette di sentirsi diverso.Perché Matteo è nato sordo.
Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c’è un mondo fatto soltanto di silenzio. All’improvviso la voce, gutturale, dice: «Pecché vola via?». 
Un uccellino è volato via e Matteo l’ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità.
All’inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: restare uniti grazie all’amore. Ma è stato proprio l’amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolgono la vita quando meno te l’aspetti. Lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E poi ti trascina nell’impeto di inseguire i tuoi sogni. 
Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare: «Papà, non volare via».

Questa è una storia che parla di tutti noi, che parla di un amore grande e imperfetto. 
Questo è il romanzo di un bambino coraggioso, di un padre spaventato e di una ragazza con i piedi per terra. Ma anche quello di una madre che non ha dimenticato di essere una donna.
Questo è il momento indecifrabile della vita in cui amore, colpa e perdono si fondono in un unico istante.

Foto e recensione presi dal Web (Garzantilibri.it)

 

 

 

Ed ecco il secondo titolo…..

Avete mai pensato a cosa fareste se improvvisamente un fatto inaspettato e tanto tanto importante vi sconvolgesse l’esistenza? Ad esempio una vincita alla lotteria?
Pensate che la vita potrebbe cambiare in meglio….o forse no?!
Leggendo questo libro ho fatto le mie personali riflessioni, e…beh, leggetelo anche voi.
Le vere cose che contano nella vita sono tante…io per prima spesso mi dimentico di ringraziare Dio ogni giorno per quello che sono e per quello che ho, anche se poco.

Dice un vecchio adagio che le lacrime più amare sono quelle versate per le preghiere esaudite. 
Sì, a volte succede che la gioia per una svolta inattesa del destino svanisca in fretta di fronte alla possibilità concreta di realizzare un sogno, lasciandoci smarriti e confusi. 
È quello che accade a Jo, la protagonista di questo romanzo: “un cuore semplice”, una donna intelligente e positiva con un’esistenza quieta, nutrita di sogni, che per un colpo di fortuna all’improvviso è in grado di realizzarli tutti. 
Forse la felicità non è così matematica. Forse non si tratta solo di sommare un sogno dopo l’altro, ma di ritrovare se stessi in ciò che si fa. 
Forse a Jo semplicemente non serve avere tutto ciò che ha sempre desiderato; perché il suo matrimonio, il lavoro, i figli ormai grandi e l’amore non sono beni acquisiti ma cose vive che sfuggono al suo controllo, e con cui si può solo entrare in sintonia senza farsene travolgere, come quando si nuota tra le onde di un mare agitato.

Dal sito Ibs.it

 

 

E insieme ad un buon libro…perchè non sorseggiare anche una tazza di buon tè?!
Lipton è un marchio che da sempre garantisce una qualità di prodotto davvero al top, oltretutto impegnandosi per ottenere entro il 2015 una produzione completamente sostenibile
Intenso, profumato…per me bollente al punto giusto (non lo bevo freddo neppure d’estate…)
Relax assicurato!

Eccoci alla fine, per oggi!
Spero di avervi dato qualche piacevole dritta per rilassarvi nel fine settimana…
Io sarò qua…grandi cose non farò, magari presto riuscirò a consigliarvi ancora qualche lettura…sicuramente sarò a proporvi qualche ricettina, in archivio ne ho ancora diverse, quindi…non lasciate questi schermi, ok?!
Un abbraccio, grazie per la vostra presenza in questi giorni davvero importante, e… a prestissimo!
Alla prossima