Bollito e brodo di carne alla maniera della Simo

Buongiorno a tutti amici ed amiche che mi seguite sempre con affetto…come state?
Io abbastanza bene, nonostante il pungente freddo che da ormai diversi giorni ci attanaglia…non sono molto in vena di chiacchiere, sono anzi piuttosto sconvolta dagli ultimi avvenimenti tristi successi ai nostri connazionali; alla nostra bella terra che non ne vuole proprio sapere di fermarsi e non tremare più, con tutte le calamità naturali che la stanno devastando, alla neve che non cessa di cadere in quelle zone già abbastanza martoriate da dolore e morte….
Ieri ascoltavo alla tele della slavina a Rigopiano, a tutte quelle persone disperse, a tutte le case che sono senza elettricità, al freddo, sotto la neve, nella disperazione più completa.
Ieri sera non riuscivo a trattenere le lacrime, a volte alcune domande sorgono così, spontanee…perchè?!
Domande a cui cerco di dare una risposta, ma non la trovo purtroppo, almeno oggi, perdonatemi ma è così.

Avevo programmato una ricetta, che comunque vi voglio mostrare…una ricetta che sa di casa e di tempi passati, una ricetta della tradizione che credo un po’ tutti sappiano fare, e che io ho voluto provare a realizzare con un nuovo sistema di cottura ovvero la cottura slow, con l’uso della Slow Cooker, nel mio caso con l’impiego di una formidabile Pentola Multifunzione, la All In One Cookpot di Russell Hobbs.
Sto parlando del “Lesso“, o “Bollito” con annesso brodo di carne squisito e ricco, perfetto per la realizzazione di piatti succulenti della nostra tradizione lombarda, come ad esempio il mitico risotto alla milanese.

(altro…)

image_pdfimage_print

Crema dolce alla robiola, vaniglia e marsala

Non so se vi siete mai accorti che su questo blog, (il quale blog a marzo compirà…udite bene…rullo di tamburi…tadann! …ben  nove anni) non ho quasi nessuna ricetta di tiramisù…
Eh si, proprio così.
E non perchè non mi piaccia, oh no…
La Simo non digerisce il mascarpone, ha una leggera intolleranza all’uovo, soprattutto se crudo, e il caffè le mette bruciore di stomaco!
Si, vi sento mentre dite che sono una carretta, ma che ci volete fare, galoppo di gran carriera verso la cinquantina, e qualche problemuccio in più ci può stare, ahimè…
In realtà, ormai in casa mia ho trovato un’egregia sostituzione a questo genere di crema un po’ pesantuccia, con una versione profumatissima e più leggera, a base di robiola, vaniglia, zucchero a velo e marsala.
Noi qui ne andiamo matti: la uso per farcire muffins e torte tipo pan di spagna, la abbino alla frutta fresca, ma è speciale anche con quella cotta; è buonissima anche gustata in purezza come dolce al cucchiaio in abbinamento a biscotti tipo lingue di gatto o frolle, o ancora con panettone e pandoro, insomma chi più ne ha più ne metta!
Questa versione che vi presento oggi, è molto chic, servita in coppette e decorata con stelline di panettone leggermente tostate sotto al grill.
E’ vero, ormai le feste sono passate, ma chi non ha in dispensa un panettone o un pandoro avanzati?
Tostatene qualche fetta, ritagliatela con un coppapasta o una formina per biscotti nella foggia che preferite, e servite insieme alla crema…mmmm…immergete e gustate!

(altro…)

image_pdfimage_print

Granola alla quinoa e semi per Altromercato

Da quanto tempo desideravo provare a fare una granola….voi non potete neppure capire.
Praticamente la vedevo spessissimo sui blog bellissimi di tante amiche, in versioni e varianti assolutamente differenti, ma sempre tanto golose, sane e croccantissime; adesso mi ci metto anche io, si si…no aspetto la prossima settimana…
…ah, ma fra qualche giorno ci provo, si, ci provo…
E finalmente, dopo anni oserei dire, eccomi qui.
L’occasione è arrivata per provare la Quinoa Mix di Altromercato e realizzare una ricettina per il Circolo del Cibo; dopo aver addocchiato anche questa versione delle mie amiche “Pancettine”, stravolgendo un po’ il tutto e mettendoci come sempre del mio, mi ci sono cimentata.
In una giornata freddissima, grigia e triste, con la musica di Sting in sottofondo a farmi compagnia, ecco che la cucina si è improvvisamente riempita di un buon profumo e di calore…in un battibaleno ho ottenuto un buon vaso pieno di granola croccante e golosissima; ne sono praticamente diventata quasi dipendente, tanto da pescarne a cucchiaiate ogni tanto quando mi prende il languorino, eheheheh e mangiarmela anche così da sola, senza latteyogurt, con i quali ci sta a meraviglia.
La mia versione abbastanza ricca, prevede oltre alla quinoa, anche i fiocchi di avena, un mix di semi misti quali semi di girasole, semi di zucca, sesamo, chia e papavero, poi dei cranberries essiccati e dell’uvetta sultanina….mmmm….
…non vedo l’ora che sia domattina per fare colazione!

 

(altro…)

image_pdfimage_print

Tisana dopo pasto digestiva e il nuovo Taste & More

Mamma mia in questi giorni sono di corsa che più di corsa non si può….
Fra l’altro fa un freddo pazzesco, io odio il freddo, non amo l’inverno, e il dover fare mille cose con queste giornatine qui, sicuramente non mi rende felcissima, ecco.
Però in questi giorni tante belle notizie mi stanno rendendo felice…e lo vedete dai post di questa settimana, la mia partecipazione a diversi bei progetti a cui tengo particolarmente e che mi danno voglia di mettermi in gioco sempre di più!
L’occasione oggi si presenta con l’uscita del nuovo Taste & More, numero ricco di ricette invernali, confortanti e coccolose…come le zuppe, perfette per questi freddi; poi uno speciale sui semi con le loro proprietà e le ricettine a loro dedicati, o ancora i pani piatti del mondo, i dolci senza uova, e per finire le calde e profumate tisane, che potrete realizzare tranquillamente in casa senza problemi.
Io ne ho creata una ad hoc, adatta da bere a fine pasto per aiutare la digestione e per sgonfiare l’addome: la preparo spesso e la adoro, così come mia figlia che la sorseggia spesso insieme a me.
Per preparare questa tisana occorrono dei semplici ingredienti reperibili in qualsiasi erboristeria o supermercato ben fornito...fiori di camomilla, zenzero fresco, limone biologico, una foglia di salvia, semi di anice e di finocchio.
Basterà lasciarli in infusione con dell’acqua bollente e….voilà… Il gioco è fatto!

(altro…)

image_pdfimage_print

Cestini di pane croccanti agli spinaci, per “Seguilestagioni”

Anche questo mese è arrivato puntuale l’appuntamento con la rubrica “Seguilestagioni” a cui partecipo con piacere già da un po’.
Mi piace l’idea di poter divulgare il concetto di stagionalità, concetto in cui credo molto, essendo io una sostenitrice della spesa al mercato e quindi dell’acquisto di prodotti sani, freschi e di stagione.
Ammetto che qualche volta qualcosa ci scappa (la Simo non è una santa ma un essere umano pieno di difetti e complicazioni, ehehehe),  come l’uso magari di frutti di bosco per decorare qualche dolce anche d’inverno, o l’uso di qualche zucchina per variare il menù di famiglia anche al mese di gennaio…
…cerco però, il più possibile di comprare verdure stagionali e di farne incetta nella giusta stagione di coltivazione e di acquisto.
Tengo sempre, lo ammetto qualche cubetto di spinaci surgelato nel freezer, ma appena li trovo sui banchi del mio amato mercato ecco che li compro, anche tutti sporchi e pieni di terra, tanto che ci vogliono diversi lavaggi per renderli appetibili…amo in particolare gli spinacini belli teneri e deliziosi, che mi gusto anche in insalata e che adoro mettere un po’ dappertutto, nelle frittate, negli involtini di carne, nel risotto, nelle lasagne, insomma chi più ne ha più ne metta, anche sul mio blog trovate tante belle ricettine, basterà digitare nella casellina “cerca” la parola spinaci o spinacini… 😉
Tornando a noi, però quella che vi voglio presentare oggi è un’idea semplice, furba e golosissima: sono dei cestini di pane in cassetta, resi croccanti dalla cottura in forno con all’interno un goloso e morbidissimo ripieno agli spinaci!

(altro…)

image_pdfimage_print